SMsummer 2019

Bob Dylan come gli U2??? Quasi…

La nuova frontiera della promozione musicale pare essere il disco in regalo, magari non a tutti, magari per un periodo limitato… ne sanno qualcosa gli U2, che a settembre hanno regalato il formato digitale del loro nuovo album (pare incoraggiati da 100 milioni di dollari di mamma Apple), per incrementarne poi le vendite nel formato “fisico” (checchè ne dicano Bono e soci).

Allora Bob Dylan cosa fa? Dall’alto dei suoi 73 anni, decide di proseguire la sua sfavillante carriera con un album di cover di Frank Sinatra; dove sta la stranezza, vi chiederete? beh, ne regala 50.000 copie e le invia via posta, un po’ quello che avrebbero potuto fare gli U2 20 anni fa….

MI0003364128

L’idea, tra l’altro, è anche intelligente: 50.000 fortunati abbonati a AARP Magazine (bimestrale dell’associazione dei pensionati americani) si troveranno nella buca delle lettere un disco dove un grande della musica ripropone le canzoni della loro giovinezza….e quasi ci scordavamo di dirvelo: AARP Magazine conta 35 milioni di abbonati, non malissimo come pubblico di “over” a cui vendere i tuoi dischi.

L’occasione è stata buona per Dylan, anche per tornare a parlare, dopo ben 3 anni di silenzio: «È un disco che piacerà a molti dei vostri lettori», ha detto il cantautore americano, «Se fosse per me ve ne darei una copia gratuita ad ognuno». Shadows in the Night, che uscirà il 3 febbraio, «è un disco di cui credo che Sinatra andrebbe fiero», ha detto Dylan, «Credo che sarebbe impressionato da quello che sono riuscito a fare con una band di soli cinque elementi».

Utilizziamo Cookie propri e di terzi per offrirti la migliore esperienza d'uso possibile, secondo le tue preferenze. Se continui con la navigazione, consideriamo che accetti il loro utilizzo.