La #streetradio di Milano, clicca per il video dalla vetrina

Moda: svolta curvy per Sport Illustraded, David Gandy rifiuta 50 sfumature.

Oggi vi parliamo di moda in modo un po’ diverso, per due notizie che, a loro modo, rompono un po’ gli schemi.

In bikini non stanno bene solo le magre: lo dimostra la splendida top Ashley Graham, la prima modella “curvy” a entrare nella storia dello «Swimsuit Issue» di Sports Illustrated, nel numero speciale della rivista sportiva dedicato alle bellezze in costume da bagno. Non a caso il marchio pubblicizzato si chiama “Swimsuitsforall”, costumi per

tutte…

ashleyLa modella mostra con orgoglio le sue forme sensuali e dimostra che sono così sexy da far cadere tutti gli uomini ai suoi piedi. Ashley va molto fiera della proprie curve ed infatti ha spiegato: “So che le mie forme sono sexy e voglio che tutti si rendano conto che sono una caratteristica molto sensuale in una donna”. Nelle immagini della campagna pubblicitaria, chiamata #CurvesInBikinis, la ragazza indossa un semplice bikini nero, con il quale però è capace di far cadere tutti gli uomini ai suoi piedi. Le sue forme la rendono prorompente ed eccitante e dimostra di non avere nulla da invidiare alle solite modelle “secche”. ashley2-web

La pubblicità rappresenta un traguardo importante per l’industria della moda, che da sempre è stata criticata per la presunta discriminazione delle donne più formose. I rappresentanti di Swimsuit For All hanno dichiarato: “Non vi è alcun motivo per nascondere le proprie forme. Il mondo è pronto per vedere più curve in un bikini. Vogliamo aiutare le donne che si sentono sicure e sexy in costume da bagno. Saranno entusiaste di vedere una modella curvy tra le protagoniste della pubblicità”. Accanto alle foto, il marchio ha anche lanciato un video osé, in cui si segue Ashley mentre passeggia in bikini sulla spiaggia e cattura l’attenzione di alcuni ammiratori. Il tutto si conclude con lei che si toglie la parte superiore del costume e la getta in una piscina, mentre guarda nella telecamera con uno sguardo sexy e provocante.

“50 sfumature di grigio”, il modello David Gandy rifiuta il ruolo: “Non era adatto a me. Penso che il libro sia scritto male”

este_15222100_21080

Conosciuto da molti come l’adone che emerge dalle acque in un famoso spot di Dolce e Gabbana, David Gandy, top model inglese, ha avuto l’occasione di farsi conoscere come attore in uno dei film più attesi dell’anno. Ma ha rifiutato. Pur avendo il volto e il fisico giusti per interpretare l’affascinante Christian Grey, Gandy non ha accettato il ruolo in “Cinquanta sfumature di grigio”: “Non sentivo che era la cosa giusta per me. Nel mio intimo sapevo che era meglio dire di no”. Nell’intervista all’inglese Daily Mirror, il modello ha rivelato anche di non essere mai stato un fan del libro: “Penso che sia scritto male”.

modello

Inserito dalla rivista “Forbes” nella classifica dei modelli più influenti degli ultimi anni, Gandy non ha mai ceduto alle avances dei grandi registi di Hollywood. “Mi hanno offerto di recitare in “Cinquanta Sfumature di Grigio”, in ‘Hercules’, in ‘300’, film nei quali moltissimi sognano di recitare, ma io ho la fortuna di poter fare quello che mi piace fare. E non sento la necessità di recitare”, ha spiegato. L’unica ad aver fatto capitolare Gandy è stata Jennifer Lopez, che ha convinto il modello a recitare nel video della canzone “First Love”, che ha contribuito a consacrarlo come una celebrità. La stessa Lopez ha definito Gandy “perfetto”: “Se potessi scegliere di innamorarmi di una celebrità, sceglierei lui”.

Utilizziamo Cookie propri e di terzi per offrirti la migliore esperienza d'uso possibile, secondo le tue preferenze. Se continui con la navigazione, consideriamo che accetti il loro utilizzo.