La #streetradio di Milano, clicca per il video dalla vetrina

Queen+AdamLambert fanno esplodere Milano.

Queen+AdamLambert fanno esplodere Milano. di Luca Giosetti

Premetto che chi vi scrive è estremamente di parte e non ha ancora smaltito l’emotività di ieri sera, ma è innegabile che lo show prodotto ieri dai “reduci” di una band che ha fatto la storia della musica, a cui si aggiunge un “ragazzino” uscito da American Idol, è stato clamoroso; reduci e ragazzino….l’ironia ovviamente regna, perché i protagonisti di ieri sera hanno regalato una performance di 2 ore e 20 minuti che chiunque fosse presente non potrà dimenticare mai.

Queen+AdamLambert fanno esplodere Milano.

Scaletta da urlo, scenografia spaziale (schermo gigante a forma di Q, la cui coda diventa la passerella in mezzo alla folla), musicisti di un livello che neanche mi azzardo a misurare, pubblico partecipe con la voce, le mani, i piedi e tanti fazzoletti.Queen+AdamLambert fanno esplodere Milano.

 

Si parte fortissimo con One Vision, l’ombra di Brian May si staglia su un telo gigante che rivela il palco, la pelle d’oca è già alta diversi cm; Stone Cold CrazyFat Bottomed Girls, Seven Seas of Rhye, Killer QueenI Want to Break FreeSomebody to Love non lasciano fiato ai presenti. Adam Lambert si presenta subito per quello che è, ovvero un fenomeno: voce assurda ( che a me ricorda quella di James LaBrie dei Dream Theatre), presenza scenica a livello dei grandi, forse un po’ teatrale ma glie lo si concede, ora capisco quando Brian May paragonava la sua estensione vocale a quella di qualcuno che due canzoni con lui le ha scritte… io non lo avevo mai sentito cantare e ne sono rimasto stupefatto. Il Forum già lo ama, poi lui si ferma e dice: “Siete eccezionali, i migliori”. Poco dopo si fa voler ancora più bene da tutti i presenti: “Grazie di avermi dato la possibilità di essere qui e di provare a cantare queste canzoni di fianco a queste leggende. Siamo tutti qui per ricordare e tributare Freddie Mercury“.

Pausa doverosa per il cantate, che meno di 2 giorni fa era a letto con la bronchite (miracoli della medicina), cosa che ha causato la cancellazione dello show previsto a Bruxelles.

La pausa non vale per noi, anzi: Brian May imbraccia una 12 corde, si porta al limite della pedana, in mezzo alla folla, si prende un applauso che sembra infinito e attacca le prime note di Love of my Life….la commozione si taglia col coltello, il pubblico la canta TUTTA, magistralmente guidato dal Dr. Brian, verso la fine appare Freddie sullo schermo a cantarne una strofa e piovono lacrime. Neanche il tempo di riprendersi e i vecchietti in mezzo alla folla diventano due: arriva Roger Taylor per cantare, col suo accento super british, Theese are the days of our lives, immagini di repertorio scorrono dietro ai due, il pubblico si spella le mani per John Deacon (bassista che si è sempre chiamato fuori dalle esibizioni degli anni duemila ma che tutti noi sentivamo li), l’emotività raggiunge il suo massimo.

Queen+AdamLambert fanno esplodere Milano. Brian May

Seguono intermezzi con virtuosismi di batteria (dove trova gloria anche Rufus Taylor) basso e chitarra (in cui il Dr Brian dimostra perché sia considerato uno dei più grandi chitarristi della storia del rock), viene presentato Spike Edney alla tastiera (ovvi livelli esagerati di bravura), in mezzo ci buttiamo dentro anche A Kind of MagicUnder Pressure, due cosette da nulla.

Torna Adam, che dimostra ancora una volta di meritare quel posto su Who Wants to Live Forever, mentre i fuochi d’artificio arrivano su un incredibile successione che propone Tie Your Mother Down, I Want It All, Radio Ga Ga, Crazy Little Thing Called Love e Bohemian Rhapsody.

Bis finale con We Will Rock YouWe Are the Champions, rimpiango Don’t stop me now e the show must go on, ma sarebbero serviti 3 giorni per la discografia completa. Chiusura con folla in delirio, resteremmo tutta la notte se fosse possibile, ma è ora di tornare a casa.

Queen+AdamLambert fanno esplodere Milano. Queen+AdamLambert fanno esplodere Milano. Queen+AdamLambert fanno esplodere Milano.

 

Messaggio per i puristi: so esattamente cosa vi passa per la testa, io mi sono rifiutato di andare al Forum nel 2005 quando si esibirono i Queen con Paul Rodgers e me ne sono pentito. Lo spettacolo vale, vedere e sentire Brian e Roger li a pochi metri è indescrivibile, vi portate a casa uno spettacolo indimenticabile dove la musica e le emozioni la fanno da padroni, senza polemiche, un tributo a quel Freddie Mercury il cui nome non ho voluto (e neanche sono riuscito) scrivere se non a fine articolo, ma che tutti noi sentivamo presente ieri al Forum di Assago…

Scaletta con sorpresa, trovate in fondo alla pagina un montaggio video dei migliori momenti di ieri sera.

One Vision
Stone Cold Crazy
Fat Bottomed Girls
In the Lap of the Gods… Revisited
Seven Seas of Rhye
Killer Queen
I Want to Break Free
Somebody to Love
Love of My Life
’39
These Are the Days of Our Lives
A Kind of Magic
Bass Solo / Drum Battle
Under Pressure (Queen & David Bowie cover)
Save Me
Who Wants to Live Forever
Last Horizon (Brian May cover) / Guitar Solo
Tie Your Mother Down
I Want It All
Radio Ga Ga
Crazy Little Thing Called Love
Bohemian Rhapsody
We Will Rock You
We Are the Champions

Queen+AdamLambert Queen+AdamLambert Queen+AdamLambert Queen+AdamLambert Queen+AdamLambert Queen+AdamLambert Queen+AdamLambert Queen+AdamLambert Queen+AdamLambert Queen+AdamLambert Queen+AdamLambert

Utilizziamo Cookie propri e di terzi per offrirti la migliore esperienza d'uso possibile, secondo le tue preferenze. Se continui con la navigazione, consideriamo che accetti il loro utilizzo.