La #streetradio di Milano, clicca per il video dalla vetrina

15 cose che tutte le donne hanno fatto al primo appuntamento (e che lui ha subito)

tumblr_m0ypz2IHbd1qe6u0ao1_400

 

15 cose che tutte le donne hanno fatto al primo appuntamento (e che lui ha subito)

Nota per entrambi i sessi: lo scopo di questo studio scientifico è puramente ironico, nessuna donna e nessun uomo si senta offeso dalle parole che seguiranno e che riveleranno delle scoperte che cambieranno il modo di approcciarsi ad un appuntamento. PS l’ha scritto una fanciulla.

Andare ad un appuntamento (soprattutto il primo) è un’esperienza formativa, ad entrambi il lati del tavolo c’è del nervosismo e si fa di tutto per fare buona impressione, ma per ogni donna ci sono cose che prima o poi accadranno: questo perché si cerca di rispettare quell’idea di “appuntamento perfetto” con cui si cresce fin da bambine e si cerca di piacere al lui in questione.

Ecco quindi le 15 cose che ogni donna ha fatto almeno una volta durante un appuntamento.. e che l’uomo ha subito, consapevolmente o no.

1-fissare il menù in attesa di una rivelazione

Menu

Per l’uomo, leggere il menù significa scegliere ciò che piace e ordinarlo; la donna, invece, analizza minuziosamente ogni singola voce: costa troppo (per lui), se prendo un cheeseburger con extra bacon invece di un’insalata penserà che penso solo ad abbuffarmi?  sarebbe meglio l’insalata, ma poi avrò fame e lui noterà se ordino per dessert tre fette di torta al cioccolato….

2-outfit impeccabile

stylish

La serata è importante, la presenza anche. Il 90% del guardaroba, magari fatto di jeans e magliette/canotte, manche di cose carine che però non andranno bene, viene sistematicamente scartato, con conseguenti ore di prove passate davanti allo specchio e lo spauracchio del dover ricorrere allo shopping dell’ultimo minuto. A tutto questo si aggiunge, poi, una fase trucco degna di un make-up artist hollywoodiano. Tutto questo capita anche a chi è perfetto sempre, ma ambisce ad un livello maggiore di perfezione.

3-preoccuparsi della conversazione

whattosay

Alcuni appuntamenti nascono si sviluppano in modo molto naturale e cosi ne giova anche la conversazione “easy”, ma in altri si percepisce l’esistenza di un confine da non suprare, tipo parlare dei propri ex o relazioni tristi, ma può essere perfino troppo rivelare la propria passione per una certa boy band o ammettere di avere 8 gatti in casa…. “troverà noioso il mio lavoro? o penserà che parlo troppo?

4-cercare indizi

clues

Anche se la (possibile) relazione è agli inizi, si giudica già tutto e non basta ripromettersi che questa volta non succederà: si lava i capelli? parla bene della sua famiglia? parla troppo di sua madre? La ricerca di qualcuno compatibile e che non faccia soffrire più del dovuto porta a ricercare indizi anche nei gesti e comportamenti più banali.

5-evitare i silenzi imbarazzanti

silence

Il silenzio è imbarazzante, ancora di più del parlare delle evoluzioni a letto dell’ex per riempire il silenzio. Ad un appuntamento, sembra sempre che tutti quelli attorno siano a proprio agio e si stiano divertendo, mentre al proprio tavolo regnano imbarazzo e silenzio. Quindi si cerca di riempire quel silenzio, spesso con argomenti peggiori del silenzio stesso.

6-cercare la scintilla

spark1

Pare che la colpa di tutto questo ricada sul sig. Walt Disney: la scintilla è lo scopo ultimo, cosi come il lieto fine. Quella fitta allo stomaco che fa sperare che tutto stia andando per il meglio e che viene ricercata in ogni situazione, a volte creata anche apposta in modo extra-romantico; se è già l’appuntamento n. 4, c’è qualcosa che non va….

7-aggiornare le amiche

friends

Certo usare il cellulare durante la cena, il cocktail o comunque qualsiasi momento della serata è maleducato, ma se c’è bisogno di una via d’uscita o, al contrario, bisogna condividere col mondo l’appuntamento perfetto, la cara e vecchia scusa del bagno è sempre la migliore, le amiche in qualche modo devono sapere!

8-agitarsi e giocherellare

fidget

Giocherellare con gli anelli o sistemarsi i capelli 10 volte nello stesso minuto sono sintomo di agitazione e, spesso, sintomo di una reale attrazione, ma fanno anche sembrare vittime di un ripetuto elettroshock.

9-tagliare la corda

bail

Ok sta andando male, molto male, cosi male che la rabbia di Godzilla che cammina per la città sarebbe un deciso miglioramento. Resta solo la fuga, condita da improbabili e improvvisate scuse: “la mia amiche è appena stata lasciata e ha bisogno di me” oppure “mia nonna è caduta dalle scale”. “ciao, men ne vado” è solo per chi davvero non ha paura di urtare i sentimenti altrui.

10-fissare

stare

Fissare non è esattamente intenzionale, si cerca il più possibile di mantenere il contatto visivo…ma c’è quel particolare che proprio attira l’attenzione e non si può farne a meno, spesso con un’espressione anche decisamente spaventata.

11-sorridere

smile

Sorridere, che sia per l’aver individuato l’uscita più vicina o perché la serata stia procedendo bene, ma in ogni caso lui l’ha presa bene, non conoscendone il reale motivo.

12-evitare i campanelli d’allarme

dealbreaker

I campanelli d’allarme, quelle cose che proprio sono insormontabili e mettono fine a qualsiasi immaginario futuro. Ci sono quelli grossi e seri, come l’abuso di droga e simili, ma anche quelli che costituiscono comunque un grosso ostacolo, come l’idolatrare spiderman o usare citazione di “star trek” in ogni frase. Si torna cosi al punto 4, spesso tendendo tranelli per arrivarci meglio.

13-cercare di sembrare più intelligenti

smart

Capita quando il lui piace davvero oppure ha semplicemente 3 lauree e 4 dottorati e si vuole semplicemente fare buona impressione. Poi si inizia a dire cose tipo “la Turchia è vicina al Madagascar” e che “la radice quadrata di 847 è 5″…..

14-arrivare in ritardo

late

Ci sarebbero molte cose da dire\scrivere, ma basta rileggere il punto 2

15-indossare qualcosa di scomodo

uncomfortable

Tacchi alti, biancheria intima sexy ma che dopo 3 secondi è piacevole come una camicia di forza, vestitini aderenti ma irritanti.. e l’elenco potrebbe continuare all’infinito. Risultato: passare l’intero appuntamento a grattarsi o massaggiarsi, cercando di alleviare fastidi che non passeranno mai, se non a casa.

Fonte: thrivingceleb.com

Utilizziamo Cookie propri e di terzi per offrirti la migliore esperienza d'uso possibile, secondo le tue preferenze. Se continui con la navigazione, consideriamo che accetti il loro utilizzo.