La #streetradio di Milano, clicca per il video dalla vetrina

Testi musicali dell’ultimo decennio, uno studio conferma che siano da terza elementare

bambini-a-scuola

Testi musicali dell’ultimo decennio, uno studio conferma che siano da terza elementare

I testi musicali più recenti pare che siano stupidi e ce lo conferma Andrew Powell-Morse, che con uno studio durato un mese, ha analizzato l’indice di ricchezza lessicale nei testi di 225 hit americane, dove per “hit” si intendono le canzoni rimaste per almeno tre settimane al primo posto nelle classifiche hip hop, rock, country e pop di Billboard. Il metodo di Powell-Morse avrà sicuro le sue pecche, ma i dati raccolti sono comunque interessanti.

IN GENERALE

La varietà delle parole nei testi è allegramente scesa di quasi la metà in 10 anni. Fonte: SeatSmart

Se nel 2006 il lessico dei testi musicali si aggirava attorno a un livello da quarta elementare, nel giro di una decina d’anni è arrivato a sfiorare quello di un bambino al suo secondo anno di scuola. E la vergognosa picchiata non sembra fermarsi.
Se poi pensavate che il country fosse cibo per bifolchi, sappiate che è in assoluto il genere più colto, con testi da metà anno della terza (elementare). Notizia scoraggiante? Nulla a che vedere con la prossima.

ROCK

Fonte: SeatSmart

I Nickelback. Non un gruppo omonimo, proprio quei Nickelback.
Tra i 7 principali artisti rock che hanno campeggiato sulle classifiche rock di Billboardnel periodo 2005-14, è la formazione di canadesi a portare a casa il primo premio, grazie a testi più lunghi e sofisticati.
Più sotto, gli A7X sfidano i Linkin Park, ma le strofe più corpose si rivelano anche più banali.

Pubblicità

Il tuo logo qui! Pubblicizza la tua attività su SMradio e raggiungi migliaia di persone!  Scrivi a lucagiosetti@silvermusicradio.it

POP

Fonte: SeatSmart

Una volta capito il meccanismo del grafico, l’analisi è immediata: il livello di lettura dei testi musicali pop dà ragione a Mariah Carey. In più, Justin Timberlake risulta troppo prolisso e i Maroon 5 non spiccano per cultura.

HIP HOP

Fonte: SeatSmart

Macklemore che umilia Kanye West nella qualità dei testi musicali hip hop è il colpo di grazia.
Sarà il caso di prenderci una lunga pausa dalle hit in cima alle classifiche? Di investire qualche minuto nella ricerca di musica valida anche se meno facile da reperire? D’altronde, chi è troppo pigro per cercare si becca quel che passa il convento: testi inconsistenti su canzonette sempre uguali.

Certo, bisogna precisare che tali numeri vengono fuori solo da una formula che tiene conto del numero di parole totali, dal numero di frasi totali e dal numero di sillabe totali. Non viene tenuto conto di possibili costruzioni particolari, di figure retoriche, di come le parole siano collegate tra loro. Tenendo conto di questo, non è difficile scrivere qualcosa di insensato che abbia un punteggio arbitrariamente alto. Il fatto che il modo di misurare “l’intelligenza” di un testo non sia propriamente oggettivo viene anche esplicitamente detto nell’articolo originale:
“While the results are certainly enlightening, it’s important to note
that this data doesn’t touch on the meaning of a song, the metaphors,
how the words connect with the artist’s personal story, etc. to create
deeper meaning. These numbers are fun and interesting, so just enjoy
them.”
In altre parole “questo è un esperimentino interessante, da non prendere troppo sul serio.
Tanto per fare un esempio, “The Day That Never Comes” dei Metallica ha un punteggio di 1.7. In teoria un bimbo di seconda elementare dovrebbe essere in grado di leggere i testi di tale canzone.

Fonte: http://www.seatsmart.com/blog/lyric-intelligence/7

 

testi musicali testi musicali testi musicali testi musicali testi musicali testi musicali testi musicali testi musicali

Utilizziamo Cookie propri e di terzi per offrirti la migliore esperienza d'uso possibile, secondo le tue preferenze. Se continui con la navigazione, consideriamo che accetti il loro utilizzo.