#AscoltaciOvunque con l’ applicazione SMradio

Fight Club, il capolavoro di fine millennio, diventa una rock opera

Fight-Club-Brad-Pitt-e1436951210247Fight Club, il capolavoro di fine millennio, diventa una rock opera

Fight Club arriverà a teatro e già questo basterebbe. Ma la notizia è ancora più succosa perché ci stanno lavorando le menti di David Fincher e Trent Reznor.

I due hanno già lavorato a diversi progetti insieme, ultimo in ordine di apparizione Gone Girl, del 2014.

È partito tutto da un Q&A su Twitter dall’account di Jeff Goldsmith, giornalista di Los Angeles, che sostiene di aver avuto la notizia dalla viva voce dell’autore del libro, Chuck Palahniuk.

Quindi, non solo una versione di Fight Club per il palcoscenico, ma una versione rafforzata e autorizzata dallo stesso Palahniuk.

La notizia è stata confermata dallo stesso Palahniuk che nei giorni scorsi si era lasciato andare a un tweet, poi cancellato in cui raccontava come nel progetto fosse coinvolta anche Julie Taymor, direttrice teatrale di grande successo. Fonte

Pubblicità

Il tuo logo qui! Pubblicizza la tua attività su SMradio e raggiungi migliaia di persone! Contattaci!!!

 

 

Se per caso non sapeste minimamente di cosa stiamo parlando, ecco un breve recap: il 1999 fu un anno importante per il cinema, soprattutto per il genere che, con buona approssimazione, si può definire thriller psicologico. Uscirono Magnolia, Eyes Wide Shut, Essere John Malkovich, The Matrix e Il sesto senso. Ma, soprattutto, David Fincher ci cambiò la vita con Fight Club. L’adattamento cinematografico del romanzo di Chuck Palahniuk uscì nelle sale a metà ottobre di 15 anni fa. Film ad altissimo tasso di violenza (Brad Pitt/Tyler e Edward Norton/il Narratore presero lezione di Taekwondo, pugilato e UFC per prepararsi) ma anche una sfida psicologica. Al centro della trama un trentenne insonne (Norton) che si distrae frequentando gruppi di autoaiuto di ogni sorta. Incappa prima in una sua simile, poi in un club di boxe clandestino gestito da uno strano individuo (Pitt).
Nel corso di questi lunghi anni il film è stato fatto oggetto di teorie, più o meno selvagge: imparare che la realtà potrebbe non essere quella che appare può essere molto pericoloso.
LA TEORIA CALVIN E HOBBES — Il riferimento è alla striscia a fumetti centrata sulle avventure di Calvin, un bambino di sei anni dall’immaginazione inarrestabile, e di Hobbes, la sua tigre di pezza. Il narratore (Ed Norton) sarebbe Calvin cresciuto e Tyler una sorta di Hobbes versione hard. Scuotete la testa? Comprensibile.

15 CURIOSITÀ
1. Il personaggio di Edward Norton non si chiama Jack (nome preso da una rivista che lui e Tyler avevano letto). Non ha un nome del tutto, ma è comunemente indicato come il Narratore.
2. Gli indizi sul finale: sono tanti. Per esempio, quando il Narratore e Tyler prendono l’autobus, viene pagato un solo biglietto.
3. “Era dalle elementari che non mi sc… così”: questa la scritta che avrebbe dovuto comparire sul cuscino di Marla Singer (Helena Bonham Carter). Laura Ziskin, presidente della 20th Century Fox chiese di cambiarla. Fincher accettò ma solo a patto che quella nuova venisse accettata a scatola chiusa. “Voglio avere un aborto con te” era anche peggiore della prima ma rimase.
Fight-club4. Brad Pitt cercò di convincere i genitori a non vedere il film, invano. Alla scena dell’ustione chimica abbandonarono la sala.
5. L’ispirazione per il soggetto è venuta a Chuck Palahniuk da un episodio: in un campeggio i vicini di tenda lo avevano picchiato. Al lavoro, il giorno dopo, aveva la faccia piena di lividi ma nessuno gli chiese che cosa gli fosse successo. Nessuno è veramente disposto a impegnarsi con il prossimo a livello personale: questa la grande verità.
6. Helena Bonham Carter chiese di essere truccata dalla make-up artist (che non era mancina) con la mano sinistra. Per Marla Singer era quel che ci voleva.
7. Nella scena in cui il Narratore colpisce Tyler, il regista chiese a Norton di colpire davvero. Insomma, anche la reazione di Pitt è reale.
8. Helena Bonham Carter e Brad Pitt hanno trascorso tre giorni interi in sala di registrazione per interpretare la scena dell’orgasmo. Ma nel film non c’è alcuna scena di sesso tra i due.
9. Fincher ha spiegato che c’è almeno una tazza di Starbucks in ogni scena del film. Chi non se ne fosse accorto ha una buona scusa per rivedere il film.
10. In una delle scene iniziali, sullo schermo di una tv appare la pubblicità della Bridgeworth Suites…dove recita anche Brad Pitt.
11. Nella scena della caverna di ghiaccio, il fiato che gela è quello di Leonardo Di Caprio in Titanic elaborato al computer.
12. Prima di Brad Pitt, per il ruolo di Tyler Durden i produttori volevano ingaggiare Russell Crowe
13. Il numero di telefono di Marla Singer è lo stesso di Teddy nel film Memento.
14. Per sembrare più realistico, il finto grasso di Bob è stato ricreato con mangime per uccelli. La sacca pesava quasi 50 chili.
15. Quando Tyler pronuncia il discorso sul Fight Club, guarda negli occhi Jared Leto quando dice la parola “rockstars” (Leto è leader del gruppo rock30 seconds to Mars).
Fonte
Fight Club Fight Club Fight Club Fight Club Fight Club Fight Club

Utilizziamo Cookie propri e di terzi per offrirti la migliore esperienza d'uso possibile, secondo le tue preferenze. Se continui con la navigazione, consideriamo che accetti il loro utilizzo.