La #streetradio di Milano, clicca per il video dalla vetrina

XF10, nuova edizione e nuova giuria, sugli scudi Manuel Agnelli

XF10, nuova edizione e nuova giuria, sugli scudi Manuel AgnelliXF10, nuova edizione e nuova giuria, sugli scudi Manuel Agnelli

XF10, X Factor targato Italia taglia il traguardo dell’edizione numero dieci, la sesta prodotta da Sky, e la curiosità è tutta per l’esordio di questa rinnovata giuria dove Fedez è il veterano, Arisa la recidiva e i debuttanti sono Alvaro Soler, cantante specializzato in tormentoni estivi, e Manuel Agnelli, un simbolo per la musica indie italiana.

Dall’annuncio della nuova giuria di XF10 fino a ieri alle 21.00, l’attesa era tutta per Alvaro Saoler, giovane, bello e già idolo delle ragazzine… (e dagli atteggiamenti sembra che sia li solo per broccolare). Dalle 21.15 in poi, invece, la rete (twitter) è tutta per Manuel Agnelli, leader degli Afterhours, giudice inflessibile che non si tiene un giudizio e spara (giustamente) a zero appena coglie l’assenza di talento.

Arisa sembra pacificata rispetto al passato, mentre Fedez è vittima degli aspiranti rapper.

Alessandro Cattelan è il confermatissimo presentatore di XF10, anche se in questa fase lavora più dietro le quinte (al solito divertentissimo): gilet doppiopetto su t-shirt e tatuaggi in vista, spinge forte sull’autoironia.

Leggi anche: i tormentoni del 2016

Potrebbe interessarti: debutta al primo posto il disco degli Afterhours di Manuel Agnelli

Poi inizia la lunga teoria delle aspiranti popstar: tra i tanti si distinguono la band di Verona Soul System, cui spetta il compito di rompere il ghiaccio con l’esecuzione di Empire State of Mind di Alicia Keys. Gaia Gozzi, diciottenne con il turbante accompagnata dalla mamma (col turbante pure lei), ha una voce che scatena la prima standing ovation.

Armando Pavone si presenta come”onironauta”, spiega che fa dei gran viaggi mentre sogna, ma poi quando canta lascia tutti a bocca aperta e viene preso al volo. I “Les Infantes” si presentano come band goliardica, Manuel è pronto ad attaccarli ma a fine esibizione si deve rimangiare tutto e dargli un bel sì! Complimenti da tutti i giudici e “atmosfera alla Phill Collins”. Tra l’altro canta il batterista, cosa estremamente difficile.

XF10, nuova edizione e nuova giuria, sugli scudi Manuel AgnelliL’ospite di XF10  è Gianni Morandi che irrompe sul palco e canta a cappella “Strada facendo” trascinandosi dietro tutto il pubblico. Scatenato poi con Fedez, al quale dice “su Facebook ti faccio il c**o” e “prima o poi ti renderai conto di essere gay”.

Non mancano gli stonati, gli incapaci, gli strampalati (la necessaria quota di stranezze che serve alla costruzione dello show): la palma va a Maria Vittoria Corrado, accompagnata sul palco dai suoi pupazzetti di stoffa “che volevano conoscere i giudici” e al molleggiato Dumitru Dragoi. Ma c’è anche il rapper sardo “putiferio”, al secondo anno di fila alle selezioni: Manuel di da un bel sì per protesta perchè “sei qui per rompere le palle e ti dico sì”, Arisa gli va dietro, ma dagli altri due solo NO… lui uscendo la prende bene e insulta gli operatori che lo seguono. Da segnalare anche i “Suspyria”, la cui esibizione dark è paurosa soprattutto dal punto di vista canoro: vorrebbero combattere il disagio odierno ma, secondo Manuel, il disagio lo trasmettono.

Altri bravissimi degli di nota: Valentina Ciardullo, voce e chitarra per un’altra ovazione, la boy band Five Stories, che provano una volta alla settimana da soli 4 mesi e sono bravissimi (a noi ricordano di One Direction, ad Arisa i Take That), Andrea da Lucca, che canta Ben Harper e con la chitarra è un mostro di bravura (insegna) e Diana\Luca, gli artisti di strada espatriati a Berlino.

Menzione particolare per Pasqual da Villareal, che parla in spagnolo con Alvaro ma canta in italiano: è al centomillesimo talent, gli fanno notare che forse non sia la strada giusta.

C’è anche Mara Maionchi, che annuncia il suo Mara Dixit in onda dopo ogni puntata.

 

Luca DR. JoeSetty

Utilizziamo Cookie propri e di terzi per offrirti la migliore esperienza d'uso possibile, secondo le tue preferenze. Se continui con la navigazione, consideriamo che accetti il loro utilizzo.