#AscoltaciOvunque con l’ applicazione SMradio

GRAMMYs 2017, trionfano Adele e….David Bowie!!!

GRAMMYs 2017, trionfano Adele e....David Bowie!!!

GRAMMYs 2017, trionfano Adele e….David Bowie!!!

La scorsa notte si è tenuta la 59ª edizione dei GRAMMYs 2017, andata in onda dallo Staples Center di Los Angeles. Regina della serata è stata Adele, vincitrice in ben 5 categorie (tra cui quelle di canzone, registrazione e album dell’anno), seguita solo da David Bowie, al cui album Blackstar sono stati assegnati 4 premi postumi.

GRAMMYs 2017, trionfano Adele e....David Bowie!!!Durante la cerimonia, condotta dal Re del Carpool Karaoke James Corden, le esibizioni di Beyoncé, Lady Gaga\Metallica in duetto, John Legend, Bruno Mars, Adele e molti altri, oltre a un ricordo per Prince e George Michael, morti l’anno scorso.

LEGGI ANCHE:

Rischio boicottaggio per i Grammy Awards 2017

Tutte le nomination, chi ha festeggiato e chi è rimasto deluso

Grammy Hall Of Fame 207, Nirvana R.E.M. Bowie e non solo…

”Scusate, non posso fare come l’anno scorso. Scusate se sto sudando. Non posso andare avanti, per rispetto nei confronti di George Michael. Ricominciamo”. A pronunciare queste parole, dal palco dello Staples Center di Los Angeles, con tanto di imprecazione sfuggita ai censori nonostante i sette secondi di ritardo della diretta, e’ la vincitrice dei Grammy Awards 2017, Adele, che tradita dall’emozione, ha fermato tutti chiedendo di iniziare da capo l’esibizione di Fast Love, il brano del 1996 scelto per rendere omaggio a George Michael, morto all’età di 50 anni lo scorso Natale. Solo un anno fa e sempre sul palco dei Grammy Awards, Adele aveva avuto alcuni problemi con il microfono ma non si era voluta fermare. Questa volta si’ e alla fine della sua esibizione i presenti in sala l’hanno perdonata rendendole grazie con un lungo applauso e una standing ovation.

Adele si e’ consolata portando a casa, come detto, ben 5 grammofonini d’oro, i più importanti. Al momento di ritirare il premio la cantante britannica ha voluto rendere onore alla sua grande rivale, Beyonce’: ”Il tuo album, Lemonade, e’ semplicemente monumentale”.

Sconfitta, ma solo dalla giuria dei GRAMMYs 2017, Beyonce’. Queen Bee si e’ fermata a quota due grammofonini d’oro (Best Music Video per Formation e Best Urban Contemporary Album per Lemonade) ma la sua performance entrera’ negli annali. Per la perfezione dell’esecuzione, per il suo abito regale dorato, per la presentazione, eseguita dalla madre di Beyonce’, ma soprattutto per il pancione mostrato per la prima volta in pubblico dopo l’annuncio di qualche giorno fa circa la sua gravidanza. Beyonce’ diventera’ mamma di due gemelli e al suo fianco ci sara’ ancora una volta il marito Jay-Z, che l’ha applaudita e sostenuta per tutto il corso della serata seduto in prima fila accanto a lei e mettendo cosi’ a tacere una volta per tutte le malelingue su una loro presunta crisi coniugale.

Niente Grammy ma una bella soddisfazione: essere considerata da Vogue tra le cantanti meglio vestite di questi GRAMMYs 2017. Laura Pausini esulta sulla sua pagina Facebook, anche se non ha vinto il miglior album latino pop, per cui era candidata con il progetto Similares.

Ecco la lista di tutti i vincitori dei GRAMMYs 2017:

  • Record of the Year: Hello – Adele
  • Album of the Year: 25 – Adele
  • Song of the Year: Hello – Adele
  • Best New Artist: Chance the Rapper
  • Producer of the Year, Non-Classical: Greg Kurstin
  • Music Video: Formation – Beyoncé
  • Music Film: The Beatles: Eight Days a Week the Touring Years – Ron Howard
  • Musical Theater Album: The Color Purple
  • Compilation Soundtrack for Visual Media: Miles Ahead – Miles Davis
  • Score Soundtrack for Visual Media: Star Wars: The Force Awakens – John Williams
  • Song Written for Visual Media: Can’t Stop The Feeling! – Justin Timberlake
  • Pop Solo Performance: Hello – Adele
  • Pop Duo/Group Performance: Stressed Out – Twenty One Pilots
  • Traditional Pop Vocal Album: Summertime – Willie Nelson
  • Pop Vocal Album: 25 – Adele
  • Latin Pop Album: Un Besito Mas – Jesse & Joy
  • Rock Performance: Blackstar – David Bowie
  • Metal Performance: Dystopia – Megadeth
  • Rock Song: Blackstar – David Bowie
  • Rock Album: Tell Me I’m Pretty – Cage the Elephant
  • Alternative Music Album: Blackstar – David Bowie
  • Latin Rock, Urban or Alternative Album: iLevitable – iLe
  • R&B Performance: Cranes in the Sky – Solange
  • Traditional R&B Performance: Angel – Lalah Hathaway
  • R&B Song: Lake By the Ocean – Maxwell
  • Urban Contemporary Album: Lemonade – Beyoncé
  • R&B Album: Lalah Hathaway Live – Lalah Hathaway
  • Rap Performance: No Problem – Chance the Rapper feat. Lil Wayne & 2 Chainz
  • Rap/Sung Performance: Hotline Bling – Drake
  • Rap Song – Hotline Bling –  Drake
  • Rap Album: Coloring Book – Chance the Rapper
  • Country Album: A Sailor’s Guide to Earth – Sturgill Simpson
  • New Age Album: White Sun II – White Sun
  • Traditional Blues Album: Porcupine Meat – Bobby Rush
  • Contemporary Blues Album: The Last Days of Oakland – Fantastic Negrito
  • Folk Album: Undercurrent – Sarah Jarosz
  • Reggae Album: Ziggy Marley – Ziggy Marley
  • World Music Album: Sing Me Home – Yo-Yo Ma & The Silk Road Ensemble
  • Spoken Word Album: In Such Good Company – Carol Burnett
  • Jazz Vocal Album: Take Me to the Alley – Gregory Porter
  • Jazz Instrumental Album: Country for Old Men – John Scofield
  • Gospel Album: Losing My Religion – Kirk Franklin
  • Arrangement, Instrumental or A Cappella: You And I – Jacob Collier
  • Arrangement, Instruments and Vocals: Flintstones – Jacob Collier
  • Dance Recording: Don’t Let Me Down – The Chainsmokers feat. Daya
  • Dance/Electronic Album: Skin – Flume
  • Contemporary Instrumental Album: Culcha Vulcha – Snarky Puppy
  • Recording Package: Blackstar – David Bowie
  • Engineered Album, Non-Classical: Blackstar – David Bowie

Utilizziamo Cookie propri e di terzi per offrirti la migliore esperienza d'uso possibile, secondo le tue preferenze. Se continui con la navigazione, consideriamo che accetti il loro utilizzo.