Sanremo 2018: Shaggy e Sting pronti per il mercoledì, Pausini rimandata a sabato (ma c’è chi maligna)

Sanremo 2018: Shaggy e Sting pronti per il mercoledì, Pausini rimandata a sabato

(ma c’è chi maligna)

SHAGGY e STING saliranno domani sera, mercoledì 7 febbraio, sul palco della 68° edizione del Festival della Canzone Italiana. I due artisti sbarcheranno a Sanremo per presentare la loro inedita collaborazione in “Don’t Make Me Wait”, il brano dal sapore caraibico di cui è da poche ore online il video girato in Jamaica da Gil Green e visibile su http://vevo.ly/1QoH5x.

STING inoltre sarà protagonista dell’omaggio all’Italia cantando “Muoio per te“, adattamento italiano firmato da Zucchero del suo brano “Mad about you”.

Don’t Make Me Wait” anticipa l’uscita fissata per il 20 aprile dell’album collaborativo di ispirazione giamaicana “44/876”, un disco che rispecchia appieno l’amore dei due artisti per la Jamaica, la sua musica, lo spirito dei suoi abitanti e la vitalità della cultura dell’isola nel mar dei Caraibi.

Shaggy e Sting sono entrati in contatto grazie a Martin Kierszenbaum, attuale manager di Sting e ex responsabile A&R di Shaggy. I due hanno deciso di entrare in studio insieme dopo aver ascoltato un nuovo brano su cui Shaggy stava lavorando. In un primo momento il featuring prevedeva soltanto la registrazione di “Don’t Make Me Wait” ma i ritmi, i testi e le melodie hanno iniziato a fluire rapidamente tra i due esperti musicisti e il risultato è stato l’emergere di ulteriori nuove canzoni.

In poche settimane Sting e Shaggy sono riusciti a dare forma ad un album che mescola perfettamente ritmi caraibici tradizionali e moderni con artigianato pop ed energia rock.

I due artisti hanno richiamato in studio musicisti e autori della Jamaica e di New York come Robbie Shakespeare, Dwayne “iLLwayno” Shippy, Shane Hoosong, Machine Gun Funk, Patexx, Tyrantula, oltre allo storico chitarrista di Sting Dominic Miller. Le sessioni di registrazione sono state prodotte da Sting International, già al lavoro con Shaggy per hit globali come “Boombastic” e “It Wasn’t Me”, mentre la produzione esecutiva del disco è affidata a Martin Kierszenbaum.

Shaggy e Sting hanno presentato per la prima volta live l’inedita Don’t Make Me Wait” nel cuore della Jamaica davanti a 20 mila persone durante l’evento benefico “Shaggy & Friends” che raccoglie fondi per il Bustamante Hospital for Children di Kingston.

Causa laringite acuta, Laura Pausini dà forfait stasera 6 febbraio al Festival di Sanremo. Se non ci saranno ulteriori problemi, sarà ospite sabato sera alla finale. “Nonostante tutte le terapie possibili, oggi Laura non ce l’avrebbe fatta”, ha annunciato in conferenza stampa il vicedirettore di Rai1 Claudio Fasulo. L’artista conferma: “Come avevo promesso ho fatto il possibile in queste ore per riuscire a partire per Sanremo ma la mia laringite purtroppo non mi consente di partecipare al Festival stasera e per qualche giorno dovrò stare a riposo e continuare con le medicine. Sanremo è troppo importante per me, è casa mia, non ci rinuncio. Posso confermare quindi che ci sarò, e ci sarò Sabato! Salirò sul palco dell’Ariston e darò tutta me stessa, non vedo l’ora!”. Lo ha scritto Laura Pausini sui suoi social. “In bocca al lupo a Claudio, a tutti gli artisti, alla Rai e tutto il cast della prima serata! Ci vediamo prestissimo!”, ha aggiunto la cantante.

E in questo contesto, fonti dalla sala stampa di Sanremo, hanno riportato una voce maliziosissima sulla Pausini: secondo alcuni addetti ai lavori, infatti, Laura avrebbe voluto evitare in tutti i modi la prima serata, quella in cui il mattatore sarà Fiorello, per non esserne offuscata. Tesi maliziosa, come detto, e per la quale tutti i condizionali sono d’obbligo. Tesi che la Pausini ha poi voluto smentire con un video, nel quale si mostra con la voce roca a causa della laringite. Polemica chiusa?

Saranno 10 i Big che si esibiranno il 7 febbraio nella seconda serata del festival di Sanremo. La Rai ha reso noti i nomi, in ordine alfabetico. Ci saranno: Annalisa, Red Canzian, Decibel, Diodato e Roy Paci, Elio e Le Storie Tese, Ermal Meta e Fabrizio Moro, Ron, Vanoni-Pacifico-Bungaro, Le Vibrazioni, Nina Zilli. Tra i giovani, sempre in ordine alfabetico, debutteranno in gara Lorenzo Baglioni, Alice Caioli, Giulia Casieri, Mirkoeilcane. Per gli ospiti Il Volo insieme a Claudio Baglioni tributeranno un omaggio a Sergio Endrigo con il brano Canzone per te e sempre insieme al direttore artistico La vita è adesso.
Sul palco dell’Ariston anche Biagio Antonacci che con Baglioni canterà Mille giorni di te e di me. Sting e Shaggy si esibiranno nel nuovo brano Don’t Make Me Wait, poi il cantautore britannico ha in programma Muoio per te di Zucchero. All’Ariston arriva anche il volto di Rai3 Franca Leosini. Ospiti anche il Mago Forest e Pippo Baudo, a 50 anni dal suo primo festival

Utilizziamo Cookie propri e di terzi per offrirti la migliore esperienza d'uso possibile, secondo le tue preferenze. Se continui con la navigazione, consideriamo che accetti il loro utilizzo.