La #streetradio di Milano, clicca per il video dalla vetrina

Metallica: nuovo record di vendite Italia e “Polar Prize”, il nobel della musica

Metallica: nuovo record di vendite Italia e “Polar Prize”, il nobel della musica

I Metallica stabiliscono un nuovo record di biglietti venduti nelle arene italiane. La band, che non si esibiva nel nostro Paese dal 2009, ha fatto registrare tre concerti sold-out con il WorldWiredTour. Il tour, partito da Puerto Rico nel 2016, ha fatto tappa al Pala Alpitour di Torino il 10 febbraio, dove la band si è esibita di fronte a 14.604 spettatori paganti e all’Unipol Arena di Bologna con due show il 12 e il 14, raggiungendo un totale di 29.453. Durante ognuna delle tre serate si è registrato il record per il maggior numero di spettatori paganti in entrambe le arene. ANSA

Metallica sono recentemente stati insigniti di un prestigioso riconoscimento, lo Sweden’s Polar Prize. Si tratta di un premio particolarmente importante, assegnato in passato a grandissimi esponenti della musica mondiale, da Paul McCartney a Ennio Morricone. “Orgogliosi che tutto ciò possa far parte della nostra storia” ha commentato il frontman James Hetfield.

“Il Premio Polar Music 2018 è stato assegnato alla band statunitense Metallica. Nessuno dopo il tumulto emotivo di Wagner e i cannoni di Tchaikovsky aveva creato una musica così fisica e furiosa, eppure così accessibile. Attraverso un virtuoso modo di suonare insieme e l’utilizzo di tempi estremamente accelerati, i Metallica hanno portato la musica rock in luoghi dove non era mai stata prima.” Con questo comunicato ufficiale la band statunitense è stata insignita di uno dei più prestigiosi premi del mondo della musica, lo Sweden’s Polar Prize, che ritirerà a Stoccolma il 14 giugno.

James Hetfield, Lars Ulrich, Kirk Hammett e Robert Trujillo hanno poi un motivo particolare per gioire: i Metallica sono la prima formazione metal a ricevere questo premio, che nelle passate edizioni è stato conferito ad artisti come Sting, Ennio Morricone, Pink Floyd, Led Zeppelin, Bob Dylan e Paul McCartney.

Oltre al prestigio di un riconoscimento che è considerato alla stregua di un premio Nobel, i Metallica riceveranno un assegno di 90mila dollari che però sarà devoluto in beneficienza all’organizzazione no profit “All Within My Hands Foundation“.

Il batterista Lars Ulrich si è detto entusiasta, dopo aver appreso la notizia: “Siamo in discreta compagnia”, ha detto riferendosi ai nomi prestigiosi che fanno parte della storia di questo premio. “È una grande conferma di tutto ciò che i Metallica hanno fatto negli ultimi 35 anni. E oggi ci sentiamo in gran forma, abbiamo ancora molti anni davanti a noi per dimostrarlo.”

“Sia come musicista sia come parte integrante dei Metallica sono grato di poter far sì che questo premio faccia parte della nostra eredità, della nostra storia”, ha dichiarato invece il frontman James Hetfield.

Impegnati proprio in questi giorni in un tour che ha fatto tappa in Italia, i Metallica si sono esibiti a Bologna e a Torino. Nel capoluogo piemontese hanno stupito i fan con la cover di “C’è chi dice no” di Vasco Rossi, mentre a Bologna hanno omaggiato Domenico Modugno e Lucio Dalla.

Utilizziamo Cookie propri e di terzi per offrirti la migliore esperienza d'uso possibile, secondo le tue preferenze. Se continui con la navigazione, consideriamo che accetti il loro utilizzo.