La #streetradio di Milano, clicca per il video dalla vetrina

Oscar 2018: tra miglior regia e Standing ovation al femminile, ecco tutti i premi.

Oscar 2018: tra miglior regia e Standing ovation al femminile, ecco tutti i premi.

Esplode il colore sul red carpet degli Oscar 2018. Dopo gli abiti neri che hanno caratterizzato i Golden Globe e i Bafta, in segno di protesta contro le molestie e in difesa delle donne per il movimento Time’s Up e Mee Too, sul tappeto rosso degli Oscar si rivedono il bianco e tutte le sfumature di colore. Anche se si torna a parlare della denuncia e del movimento che ad oggi ha raccolto fondi per 20 milioni di dollari a favore delle donne vittime di violenza e molte delle star portano la spilla appuntata sulla scollatura.

Leggi anche: “Bella! Assomiglia proprio a mio zio Oscar” disse  Margareth Herrick, impiegata all’Academy of Motion Picture Arts and Sciences; cosi, l’Academy Award, il premio cinematografico più importante ed antico ( assegnato per la prima volta nel 1929), prima ancora del Festival di Venezia, datato 1932), divenne il famosissimo e ambitissimo Premio Oscar.

Sulla passerella del Dolby Theatre per la serata della 90ma edizione degli Oscar 2018, dominano negli abiti delle star soprattutto le sfumature del rosa – dal pallido al fucsia -, del rosso e del viola. C’è anche molto bianco, scelto ad esempio da Jane Fonda, e indossa anche la spilla di Time’s Up che in tante portano in bella vista. L’ultra violet, che è il colore pantone del 2018, è scelto da molte delle attrici come Ashley Judd. Oppure in sfumature meno accese, come il glicine di Salma Hayek.

La forma dell’acqua“, di Guillermo del Toro, è il miglior film dell’edizione 2018 degli Oscar. Del Toro si è portato a casa anche la statuetta per la miglior regia. Gary Oldman, per “L’ora più buia”, ha vinto il premio per il miglior attore protagonista, migliore attrice è Frances McDormand (“Tre manifesti a Ebbing, Missouri”). Un Oscar anche a “Chiamami con il tuo nome” di Luca Guadagnino, per la miglior sceneggiatura non originale.

La serata del Dolby Theatre alla fine conferma in buona parte le previsioni della vigilia. In tutto il film del regista messicano, che già aveva vinto alla Mostra del cinema di Venezia, porta a casa quattro statuette, aggiungendo alle due più importanti quella per la “Miglior colonna sonora” e “Miglior scenografia“.

Per lui un vero trionfo: “Sono cresciuto in Messico e ammiravo i film stranieri come E.T. o quelli di Frank Capra – ha detto Del Toro commosso ricevendo il premio -. E solo pochi giorni fa mi sono detto: se ti trovi sul podio non dimenticare che fai parte di un lignaggio di cineasti e così voglio dedicare questo premio ai giovani registi che ci fanno vedere tante cose nuove. Ero un bambino – ribadisce il regista -, abitavo in Messico e non pensavo che mai mi sarebbe successo tutto questo, ma ci sono persone che sognano e con questi sogni si può parlare anche di cose reali se si ha immaginazione. Quest’ultima è una porta: apritela ed entrate”.

Nel complesso una serata senza colpi di scena, priva di spunti polemici che nell’idea del presentatore Jimmy Kimmel aveva il compito di restituire gioia e speranza a un universo scosso da diversi scandali. Non potevano mancare i riferimenti ai neonati movimenti femministi, Time’s Up e .Metoo, giunti al culmine con la presentazione di un filmato da parte di Ashley Judd, Salma Hayek e Annabella Sciorra che parlava di inclusione e di superamento di barriere, non solo di genere. 

“Gianna, ti amo con tutto il cuore”. Con queste parole in italiano Kobe Bryant si è rivolto alla moglie durante il discorso di ringraziamento per avere ottenuto l’Oscar 2018 per il miglior corto animato con “Dear Basketball”. Kobe Bryant, campione di basket cresciuto in Italia, era stato accusato nel 2003 di stupro da una cameriera dell’hotel dove alloggiava a Park City ma la vicenda si era risolta e archiviata senza arrivare in tribunale e a quanto pare è stata archiviata anche dai membri dell’Academy, molto attenti a non nominare o premiare personaggi coinvolti in vicende di molestie o violenza sulle donne.

Qui tutte le nominations

Ecco tutti i premi Oscar 2018:

Miglior film, La forma dell’acqua di Guillermo del Toro.

Miglior regia, Guillermo del Toro per La forma dell’acqua.

Miglior sceneggiatura non originale per Chiamami col tuo nome a James Ivory, per il film di Luca Guadagnino.

Miglior attrice Frances McDormand per Tre manifesti a Ebbing, Missouri.

Miglior attore è Gary Oldman per L’ora più buia.

Miglior attore non protagonista a Sam Rockwell, Tre manifesti a Ebbing, Missouri.

Miglior attrice non protagonista a Allison Janney per Io, Tonya.

Miglior film straniero al cileno A Fantastic Woman.

Miglior trucco a Kazuhiro Tsuji, David Malinowski e Lucy Sibbick per L’ora più buia.

Miglior costumi a Mark Bridges per Il filo nascosto.

Miglior documentario a Icarus di Bryan Fogel e Dan Cogan.

Miglior sonoro a Richard King e Alex Gibson per Dunkirk.

Miglior montaggio sonoro a Mark Weingarten, Gregg Landaker, Gary A. Rizzo per Dunkirk.

Miglior scenografia a Paul D. Austerberry, Jeffrey A. Melvin e Shane Vieau per La forma dell’acqua.

Miglior film animazione a Coco di Lee Unkrich e Darla K. Anderson.

Migliori effetti speciali a a John Nelson, Paul Lambert, Richard R. Hoover e Gerd Nefzer per Blade Runner 2049.

Miglior montaggio a Lee Smith per Dunkirk. Miglior cortometraggio documentario a Heaven is a Traffic Jam on the 405 di Frank Stiefel.

Miglior cortometraggio a The Silent Child di Chris Overton e Rachel Shenton.

Miglior cortometraggio animato a Dear Basketball di Glenn Keane e Kobe Bryant.

Miglior sceneggiatura originale a Jordan Peele per ‘Get Out’.

Miglior fotografia a Roger Deakins per Blade Runner 2049. Miglior colonna sonora originale ad Alexandre Desplat per ‘La forma dell’acqua’.

Miglior canzone a Remember me di Kristen Anderson-Lopez, Robert Lopez in Coco.

ANSA

Utilizziamo Cookie propri e di terzi per offrirti la migliore esperienza d'uso possibile, secondo le tue preferenze. Se continui con la navigazione, consideriamo che accetti il loro utilizzo.