All’asta le porte dei grandi della musica dal Chelsea Hotel di New York

All’asta le porte dei grandi della musica dal Chelsea Hotel di New York

Vanno all’asta le porte dello storico Chelsea Hotel di New York. Si tratta di 55 porte di stanze che tra gli altri hanno ospitato Mark Twain, Jim Morrison, Bob Dylan, Jimi Hendrix o Andy Warhol e salvate dal rischio di essere buttate via quando l’hotel, situato nel quartiere di Chelsea a Manhattan, è stato chiuso nel 2012 per ristrutturazione. L’asta sarà curata dalla Guernsey’s di New York.

Le porte sono state miracolosamente salvata da un senzatetto, Jim Georgiou, che le aveva viste mentre giacevano tra i rifiuti all’angolo della strada. Lui stesso era stato in passato ospite dell’hotel. Si stima che le porte saranno vendute ognuna tra i mille e i 5mila dollari. Parte del ricavato, secondo quanto scrive il New York Post, andrà ad un’organizzazione che si occupa di dare pasti agli homeless, il resto andrà a Georgiou.

Una struttura storica nel cuore di New York dove hanno soggiornato molti altri personaggi famosi come Jimi Hendrix, Bob Marley, Jon Bon Jovi, Madonna, Iggy Pop, Andy Warhol e Humphrey Bogart. Luogo in cui, nel 1978, Nancy Spungen venne pugnalata a morte nella stanza che condivideva con Sid Vicious, bassista dei Sex Pistols.

Dal 5 al 12 aprile, le porte saranno esposte alla Ricco/Maresca Gallery di New York.

ANSA

Utilizziamo Cookie propri e di terzi per offrirti la migliore esperienza d'uso possibile, secondo le tue preferenze. Se continui con la navigazione, consideriamo che accetti il loro utilizzo.