SMsummer 2019

Presto in carcere potrebbero arrivare le bambole del sesso – SMradio la #streetradio di Milano

Presto in carcere potrebbero arrivare le bambole del sesso

Sesso dietro le sbarre, finora impossibile farlo, ma il Parlamento presto si troverà a discutere una proposta che punta a offrire momenti di intimità a coloro che sono in carcere.


Magari con delle avvenenti “sexy doll”, le bambole hot in silicone, che l’industria a luci rosse ha reso oramai così simili alle donne vere, da sembrare quasi reali.

Il concessionario romano delle bambole e dei sex toys in silicone ha proposto: «Sesso in carcere con le doll, ma solo per i carcerati che non hanno commesso reati contro la persona e che sono a fine pena. Vorrei fare una sperimentazione con l’aiuto della politica italiana».

D’altronde questa pratica è già in uso nelle carceri americane dell’Arizona.

La fabbrica più importante di sexy dolls in Europa si trova a Duppigheim, in Alsazia: produce le cosiddette “dream doll”, in grado di muovere perfino gli occhi per essere quasi come le donne vere..

Redazione iNews

Utilizziamo Cookie propri e di terzi per offrirti la migliore esperienza d'uso possibile, secondo le tue preferenze. Se continui con la navigazione, consideriamo che accetti il loro utilizzo.