La #streetradio di Milano, clicca per il video dalla vetrina

Ecco i 7 principali trend tecnologici per il 2020 – SMradio la streetradio di Milano

Ecco i 7 principali trend tecnologici

per il 2020

Ci sono tecnologie in grado di cambiare la nostra vita e l’economia dei Paesi in cui viviamo. Negli ultimi anni, con lo sviluppo della digital economy e con il boom delle start-up, queste tecnologie sono aumentate di numero e il loro potenziale sembra essere addirittura superiore alle più rosee previsioni. Alcuni sviluppi che per anni abbiamo sognato o ammirato nei film di fantascienza potrebbero diventare realtà molto prima di quanto avremmo immaginato. Per questo, oltre a guardare alle tecnologie che arriveranno nei prossimi dieci, venti o persino trent’anni, è ora di guardare più corto, al domani.

Il 2020 sarà un anno molto importante: le tecnologie che fino a qualche anno fa erano ancora in fase di sviluppo e di crescita, sono finalmente mature per l’utilizzo quotidiano. Stiamo parlando del 5G, la nuova rete super veloce, dell’intelligenza artificiale, finalmente utile nella vita di tutti i giorni, e della blockchain, che sta trovando applicazione anche all’infuori del mondo delle criptovalute. Le aziende sono pronte a lanciare servizi che integrano queste tecnologie e che renderanno il futuro delle persone più roseo. 5G, intelligenza artificiale e blockchain non sono le uniche tecnologie pronte a “esplodere” nel corso del prossimo anno: ecco sette tecnologie che avranno un forte sviluppo già nel 2020.

Reti 5G

5g

La prima, e forse la più importante per ripercussioni sulla nostra vita di tutti i giorni e sulle altre tecnologie che potrà “abilitare“, è senza dubbio il 5G. Le prime reti veloci in 5G sono già attive in diversi Paesi del mondo, ma il vero potenziale di questa tecnologia lo vedremo solo l’anno prossimo. Cioè quando la copertura del segnale inizierà ad essere più capillare (almeno nelle grandi città, per le zone meno popolate bisognerà aspettare) e quando verranno sbloccate le frequenze più interessanti, quelle che permettono di connettere a breve raggio moltissimi dispositivi ad altissima velocità. Nel 2020, grazie al 5G, inizierà veramente l’epoca dell’Internet of Things.

AI as a service

Al giorno d’oggi, se non puoi permetterti una tecnologia puoi sempre affittarla “as a service“. È successo in passato con i server: prima le aziende dovevano fare enormi investimenti per costruire i propri data center per archiviare i dati dei clienti, oggi lo spazio di archiviazione è in cloud e ospitato sui server che si affittano all’occorrenza dai vari Google o Amazon. Succederà così anche per l’Intelligenza Artificiale: l’AI oggi costa, ma Google e Amazon vendono già le loro offerte di AI as a service. Al momento è ancora costosa, perché è necessario adattare gli algoritmi agli specifici task richiesti dal cliente, ma nel 2020 dovrebbero arrivare le prime offerte di AI as a service “universali”, in grado di digerire sempre più tipi di dati, per svolgere sempre più compiti.

Intelligenza artificiale e medicina

intelligenza artificiale medicina

Che in certi casi un computer è più veloce ed efficace di un medico nel diagnosticare una malattia è ormai chiaro: grazie all’intelligenza artificiale, e alla sua capacità di macinare quantità mostruose di dati molto simili tra loro, oggi un algoritmo riesce a scovare un tumore al polmone in modo più accurato (e con meno falsi positivi) di un esperto radiologo. Le tecnologie già ci sono, è solo questione di soldi. I centri medici più prestigiosi nel mondo inizieranno, già nel 2020, ad offrire la diagnostica medica “powered by AI” ai propri pazienti.

Guida autonoma

guida autonoma

Se ne parla da anni e, a cavallo tra 2018 e 2019, sembrava fosse di imminente arrivo: è la guida autonoma. Nel corso del 2019, però, tra incidenti delle auto senza conducente e dietro front delle autorità di regolazione (che vogliono vederci chiaro, prima di concedere le autorizzazioni a circolare alle self driving car), si è tornati ad una più cauta realtà. Al momento il panorama è frammentato, a causa delle discrepanze nelle normative dei vari Paesi, ma in USA Waymo ha già terminato il proprio programma di test dei taxi a guida autonoma e ha iniziato a farli circolare senza alcun membro di equipaggio a bordo.

Nel 2020 assisteremo a due fenomeni distinti: molte più start up specializzate in guida autonoma porteranno su strada i propri mezzi per i test e, allo stesso tempo, i big dell’auto installeranno i sistemi di guida assistita più evoluti anche sulle auto di media e bassa gamma.

Computer vision

Per “computer vision” si intende un sistema elettronico in grado di vedere e individuare oggetti e persone, tramite vari tipi di sensori: telecamere, infrarossi, radar, Lidar. La computer vision avrà un boom nel 2020, per due precisi motivi industriali. Il primo è la diffusione degli smartphone con riconoscimento facciale evoluto (ad esempio il radar Soli integrato nello smartphone Google Pixel 4). Il secondo è la diffusione della guida assistita e autonoma già descritto. Questi due settori industriali faranno crescere a dismisura la domanda di sensori per la computer vision e, in elettronica, quando cresce la domanda non cresce solo l’offerta. Ma anche la tecnologia.

Realtà virtuale, aumentata, estesa

Con “realtà estesa” si intendono tutte le tecnologie in grado di applicare uno strato digitale alla realtà fisica. Se la realtà virtuale (VR) ricrea del tutto lo spazio fisico per crearne uno che esiste solo in digitale, la realtà aumentata (AR) mantiene invece lo spazio fisico aggiungendo un layer virtuale. Se poi l’AR è interattiva, allora diventa “Mixed Reality” (MR). Tutto questo crescerà notevolmente nel 2020, in buona parte per scopi di entertainment.

Sempre più smartphone e tablet useranno infatti i loro processori per aggiungere la realtà estesa alle esperienze dell’utente. Molti processori per dispositivi mobili in arrivo nel 2020 integrano al loro interno l’elettronica per gestire queste funzionalità con prestazioni eccezionali.

Sempre più blockchain

blockchain

La blockchain, cioè la catena di blocchi logici che serve per creare transazioni digitali (anche economiche) a prova di hacker e di manomissione, è senza dubbio la tecnologia più chiacchierata e meno compresa degli ultimi anni. Nel 2020 continueranno i massicci investimenti in tecnologie di blockchain già visti nel 2019 (FedEx, IBM, Walmart, Mastercard, solo per citare i big) e, soprattutto, inizieranno a diffondersi le applicazioni della blockchain in settori che hanno a che fare con la nostra vita di tutti i giorni. Un esempio? L’applicazione della blockchain alla Pubblica Amministrazione.

Utilizziamo Cookie propri e di terzi per offrirti la migliore esperienza d'uso possibile, secondo le tue preferenze. Se continui con la navigazione, consideriamo che accetti il loro utilizzo.