#AscoltaciOvunque, anche in macchina!

Dialogo tra Moda e Arte a cura di DAPHNÉ Sanremo – 6 febbraio 2020

Dialogo tra Moda e Arte

Collettiva a sostegno della donna e dell’ambiente in occasione del 70° Festival di Sanremo

a cura di DAPHNÉ Sanremo

Inaugurazione Giovedì 6 Febbraio 2020
presso Sanremo – Museo della Moda e del Profumo DAPHNÉGiovedì 6 Febbraio 2020 alle ore 17:00 il Museo della Moda e del Profumo DAPHNÉ, inaugura la mostra collettiva “Dialogo tra Moda e Arte” a cura di Aurelio Pes, Miliza Rodic e Maria Rebecca Ballestra. 12 autori del panorama artistico contemporaneo esporranno le proprie opere dedicate a due temi al centro del dibattito mediatico mondiale del 2020; la lotta contro la violenza sulle donne e la sostenibilità ambientale. DAPHNÉ Sanremo, azienda artigiana ligure, che persegue da anni il concetto di Sinergia tra aziende PMI, vuol farsi promotrice di un concetto nuovo di imprenditoria, perseguendo obiettivi etici e culturali. In occasione del settantesimo Festival di Sanremo si vuole dare un segnale netto su come la violenza di genere e la sostenibilità ambientale siano argomenti a cui tutti dobbiamo prontamente reagire.

È nata così un’importante iniziativa realizzata con la collaborazione di AIDDA (Associazione Donne Imprenditrici e dirigenti d’Azienda), l’Associazione Giardino Segreto, Festival for the Earth e Istituto Tethys che ha l’obiettivo di sostenere chi, ogni giorno, lavora per sradicare gli stereotipi di genere e chi valorizza il patrimonio ambientale del nostro pianeta, attravero il proprio lavoro, perché si può fare impresa mantenendo un’etica, senza ricorrere a false scorciatoie o utilizzo di spot mediatici.

(n°) opere inedite di Amalia Cangiano,  Anna Lenti, Andrea Pacanowski, Barbara Nejrotti,  Camilla Ancilotto, Davide Puma, Enrico Cecotto, Katia Cimò, Natalie Silva, Paola D’Amore, Roberta Pinna e Ricardo Feltrin racconteranno al pubblico le loro visioni artistiche create sulla base di un tessuto eco-sostenibile della Maison DAPHNÉ, materia prima essenziale nelle sue produzioni. Una giuria di esperti premierà la migliore interpretazione e tutte le opere saranno protagoniste di una mostra itinerante al termine della quale verrà istituita un’asta il cui ricavato sarà destinato alle associazioni partner del progetto.

Utilizziamo Cookie propri e di terzi per offrirti la migliore esperienza d'uso possibile, secondo le tue preferenze. Se continui con la navigazione, consideriamo che accetti il loro utilizzo.