#AscoltaciOvunque con l’ applicazione SMradio

Teatro 2.0, puntata del 17 febbraio 2020, spettacoli e promo biglietti

Teatro 2.0, puntata del 17 febbraio 2020, spettacoli e promo biglietti

PROMOZIONI TEATRO 2.0

SCARICA IL COUPON DELLO SPETTACOLO DI TUO INTERESSE 
CONTIENE LO SCONTO DA MOSTRARE DIRETTAMENTE IN CASSA o IL CODICE PROMOZIONALE PER ACQUISTARE ONLINE IL TUO BIGLIETTO SCONTATO!
 

Puntata del 17 gennaio 2020 de “il teatro 2.0”: il consolidato programma del lunedì sera alle h 21.00 che nasce da un’idea di Roberto Piano e Luca Cecchelli, che ne è anche conduttore.

questi gli ospiti confermati:

*        Sergio Sgrilli (attore) per parlare de Noi siamo voi, votatevi!
(Teatro Verdi, dal 18 febbraio all’8 marzo 2020)

*        Gianpiero Borgia (regista) per parlare de Cabaret Sacco e Vanzetti
(Teatro Filodrammatici, dal 18 al 23 febbraio 2020)

*      I Trejolie, vincitori di Italia’s got talent 2017, per Illogical Show


Teatro Filodrammatici di Milano

Dal 18 al 23 febbraio 2020

Cabaret Sacco & Vanzetti

drammaturgia Michele Santeramo | musiche Papaceccio MMC e Roberta Carrieri

con Raffaele Braia e Valerio Tambone

progetto e regia Gianpiero Borgia

produzione Teatro dei Borgia

in cooproduzione con Dramma Italiano di Fiume/Teatro Nazionale di Croazia Ivan Zaic | con il sostegno di Teatri di Bari e di Eticaarte | Con l’Alto Patrocinio della Presidenza della Repubblica e con il patrocinio di Amnesty International-Italia e Ministero degli Affari Esteri

 

L’immigrazione, il pregiudizio razziale, la  giustizia sono temi che solcano la contemporaneità e scuotono le coscienze. Per questo TB, confermando il proprio impegno per l’Arte Civile, sceglie di raccontare la vicenda di due migranti italiani, Bartolomeo Vanzetti (Valerio Tambone) e Nicola Sacco (Raffaele Braia), due ultimi, due umili, vittime e simbolo di ogni discriminazione e ingiustizia.

Cabaret Sacco &Vanzetti  è la storia dei due anarchici italiani immigrati negli Stati Uniti negli anni dieci del secolo scorso e transitati da Ellis Island (come tanti giovani oggi emigrano dai loro Paesi e transitano da Lampedusa), che dopo sette anni di carcere vengono condannati alla sedia elettrica, vittime di un processo farsa e di un crimine giudiziario.

Cabaret Sacco &Vanzetti  attraverso gli strumenti del teatro, il linguaggio del cabaret, gli sketch e i canti, sottrae questa storia alle trappole della retorica e del melodramma e la restituisce al piano del mito.

Raffaele Braia e Valerio Tambone,  istrionici e infaticabili, rivivono gli scontri, l’amicizia e gli anni di carcere di Nicola e Bartolomeo e, senza l’aiuto di trucchi o artifici scenici, danzano, cantano a cappella e narrano le tappe della vicenda giudiziaria, inquadrandola nello scenario storico e politico del tempo.

 

Teatro Filodrammatici di Milano – Dal 18 al 23 febbraio 2020

Cabaret Sacco & Vanzetti

Progetto e regia Gianpiero Borgia | da Michele Santeramo | con Raffaele Braia e Valerio Tambone

musiche Papaceccio MMC e Roberta Carrieri | costumi Manuela Paladin Sabanociv | scene Vincenzo Mascoli | produzione Teatro dei Borgia | in cooproduzione con Dramma Italiano di Fiume/Teatro Nazionale di Croazia Ivan Zaic | con il sostegno di Teatri di Bari e di Eticaarte | Con l’Alto Patrocinio della Presidenza della Repubblica e con il patrocinio di Amnesty International-Italia e Ministero degli Affari Esteri

durata: 70 minuti

[…] Uno spettacolo che di “leggero” ha la forma ma non la sostanza e che non cedendo a facili retoriche restituisce i protagonisti nella loro umanità e dignità.  – Claudia Pinelli

[…] È una sfida a colpi di risate, lacrime e passi di danza quella che conduce Gianpiero Borgia in Cabaret Sacco & Vanzetti basato sul testo di Michele Santeramo. In questo spettacolo è possibile leggere una ridiscussione radicale della categoria dello straniero, e dell’estraneità in tutte le sue forme, con una delicatezza capace di toccare il gioco e la tragedia, la disperazione e la verità. […] –  Caterina Piccione

[…] Cabaret Sacco & Vanzetti è uno spettacolo intenso, in cui lo spettatore compie un viaggio lungo sette anni, attraversato da attimi emotivamente più forti e incisivi del suo epilogo. L’intensità drammaturgico-recitativa, che per tutta la rappresentazione la regia riesce a mantenere alte […] – Monica Varrese

[…] Sembra una partitura musicale questo cabaret, i cui fili sono le sole voci che fanno la musica, le frecciate comiche, le variazioni di stili. Il disegno finale, dalla trama brillante, è di una crudeltà infinita, proprio come la realtà storica. Perché l’ingiustizia emerge tutta e si ride (anche tanto), ma si rimane agghiacciati al contempo, in uno stato emotivo spiazzato che solo un testo così irriverente e geniale può generare. Sono straordinari Braia e Tambone nel far emergere caratteri e tragedie personali in una modalità di comicità vintage e di gag continue.  […] – Nicoletta Cavanna

ORARI DI RAPPRESENTAZIONE: mar., giov. e sab. ore 21.00 | mer. e ven.  ore 19.30 | dom. ore 16,00


FUORI NIGUARDA

Teatro Verdi

18 febbraio | 8 marzo

NOI SIAMO VOI: VOTATEVI!

di e con Antonio Cornacchione e Sergio Sgrilli

regia e consulenza drammaturgica Renato Sarti

voce “da Dio” Tony Rucco

assistente Chicco Dossi

consulenza Bruno Furnari

produzione Teatro della Cooperativa

spettacolo sostenuto nell’ambito di NEXT edizione 2018/2019, progetto di Regione Lombardia in collaborazione con Fondazione Cariplo

 

Noi siamo per la gente, con la gente e in mezzo alla gente. Capito gente? Noi siamo voi e voi siete noi. Insomma, decidiamo insieme chi siamo?

 

Per Fuori Niguarda, gli spettacoli che il Teatro della Cooperativa porta fuori dal suo quartiere, dopo il grande successo di pubblico torna al Teatro Verdi dal 18 febbraio all’8 marzo Noi siamo voi: votatevi! di e con Antonio Cornacchione e Sergio Sgrilli, con la regia e la consulenza drammaturgica di Renato Sarti.

 

L’Italia come sempre è nel caos. Maggioranze di varia natura non sono riuscite a risolvere i problemi endemici del Paese. Secondo Antonio Cornacchione e Sergio Sgrilli gran parte della colpa è dell’elevato numero di partiti politici e per questo propongono una geniale soluzione: fondarne un altro!

 

I nostri due eroi hanno deciso di scendere in campo, sì anche loro. Del resto nel nostro Paese, negli ultimi anni, la comicità e la politica sono sempre andate d’accordo e sembra ormai che solo il comico sappia parlare alla pancia degli Italiani e possieda il curriculum giusto per governare la Nazione.

Quindi, i due neopolitici, fautori di una nuovissima politica che non si è mai vista prima, hanno deciso di incontrare i loro potenziali elettori nei teatri di tutta Italia. I cittadini presenti in sala saranno invitati a confrontarsi con gli aspiranti candidati Cornacchione e Sgrilli sui temi del nostro tempo: ambiente, emigrazione, lavoro, scuola, cultura, sicurezza. «Abbiamo bisogno di attivisti pronti a collaborare con noi per creare un partito – se poi sarà un’associazione, un gruppo solidale, un dopolavoro ferroviario lo capiremo strada facendo – di sostenitori propositivi con cui decidere il simbolo, l’inno, in quale quartiere affittare la sede, quante penne acquistare e, soprattutto, con cui redigere l’atto costitutivo», così arringano i due salvatori della Patria.

 

«Il nostro programma lo fate voi, noi siamo per la gente, con la gente e in mezzo alla gente. Capito gente? Noi siamo uno di voi, anzi due. Noi siamo voi e voi siete noi. Insomma, decidiamo insieme chi siamo!».

Questa è la nuova politica.

TEATRO VERDI, via Pastrengo 16 – Milano

da mar a sab ore 20.30 – dom ore 16.30

info e prenotazioni – Tel. 02 6880038 – prenotazioni@teatrodelburatto.itwww.teatrodelburatto.itwww.teatrodellacooperativa.it

NON E’ POSSIBILE EFFETTUARE PRENOTAZIONI NEL WEEKEND

BIGLIETTERIA

da martedì a sabato 18.00 fino al termine dello spettacolo

domenica dalle 14.30 fino al termine dello spettacolo

è comunque possibile acquistare biglietti presso la biglietteria del Teatro Bruno Munari


Illogical Show
Venerdì 21 febbraio 2020 la stagione del Teatro Tresartes di Vittuone (Milano) vede in cartellone l’Illogical Show dei Trejolie, i vincitori di Italia’s got talent 2017.
I tre comici – Tomas Leardini, Marcello Mocchi e Daniele Pitari – danno vita a uno spettacolo basato su una comicità surreale (a volte ispirata alla slapstick comedy, altre volte più vicina allo humor inglese) fatta di giustapposizioni e ritmi incalzanti che si mescolano tra loro, trascinando lo spettatore in un’atmosfera piena di momenti musicali illogici, danze assurde, improbabili canzoni e dinamiche che si avvicinano al mondo della clownerie.

Il rapporto sempre conflittuale dei tre personaggi, che costituisce il principio fondante dello spettacolo, crea un fluido continuo di situazioni comiche e poetiche adatte ad ogni tipo di pubblico.

Utilizziamo Cookie propri e di terzi per offrirti la migliore esperienza d'uso possibile, secondo le tue preferenze. Se continui con la navigazione, consideriamo che accetti il loro utilizzo.