#AscoltaciOvunque con l’ applicazione SMradio

Ufficiale, estate 2020 senza grandi concerti, lo dichiara Assomusica. Ma i piccoli..

Ufficiale, estate 2020 senza festival e grandi concerti, lo dichiara Assomusica

Per questa estate i grandi eventi live si fermano, alla luce delle disposizioni governative in tema di salute pubblica che vietano assembramenti di persone. Il nuovo Dpcm del Governo ha stilato le nuove regole che prevedono il numero massimo per spettacoli all’aperto a 100o persone (200 per quelli al chiuso). Lo ha annunciato Assomusica, associazione di categoria che riunisce i promoter musicali, rinviando all’estate 2021 il calendario di date previste nei prossimi mesi.


Dagli Afterhours a Baglioni, da Benji e Fede ad Andrea Bocelli, da Enrico Brignano a Brunori Sas, da Nick Cave a Eric Clapton a Francesco De Gregori, dai Deep Purple a Celin Dion a Billie Eilish, da Emma a Tiziano Ferro, da Ligabue al Volo, da Pearl Jam ai Simple Minds, da Ultimo a Zucchero a Gianna Nannini. “I grandi eventi live si fermano, alla luce delle disposizioni governative in tema di salute pubblica che vietano assembramenti di persone”. Lo annuncia una nota di Assomusica.
Si tratta, spiega l’associazione, di “una decisione condivisa dalla gran parte dei produttori e organizzatori di spettacoli di musica dal vivo, che fanno sentire unita la loro voce. Un segnale necessario che non significa che la musica dal vivo si arrenderà. L’appuntamento con i grandi eventi live dell’estate 2020 è infatti rimandato al 2021″. Anche La musica del Rock in Roma non suonerà nell’estate 2020. Gli organizzatori del festival rock, alla luce delle disposizioni governative, annunciano l’annullamento dell’edizione prevista dal 13 giugno al 31 luglio a Roma, dando appuntamento al 2021.

“Una decisione condivisa dalla gran parte dei produttori e organizzatori di spettacoli di musica dal vivo, che fanno sentire unita la loro voce. Un segnale necessario che non significa che la musica dal vivo si arrenderà.  L’appuntamento con i grandi eventi live dell’estate 2020 è infatti rimandato al 2021, che sarà una stagione ancora più grande e magica che mai”, spiega in un comunicato Assomusica, rimandando ai singoli siti dei promoter, per aver maggiori informazioni sui concerti e i relativi particolari legari a rinvii e rimborsi.

Il Dpcm lascia speranza per tutti i piccoli e medi artisti (con tutto il rispetto), che non riempiono gli stadi ma che hanno comunque un certo seguito e che potrebbero riempire di musica la stagione estiva 2020:  “Gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all’aperto restano sospesi fino al 14 giugno 2020. Dal 15 giugno 2020, detti spettacoli sono svolti con posti a sedere pre-assegnati e distanziati e a condizione che sia comunque assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro sia per il personale, sia per gli spettatori, con il numero massimo di 1000 spettatori per spettacoli all’aperto e di 200 persone per spettacoli in luoghi chiusi, per ogni singola sala”, si legge nel testo.

Utilizziamo Cookie propri e di terzi per offrirti la migliore esperienza d'uso possibile, secondo le tue preferenze. Se continui con la navigazione, consideriamo che accetti il loro utilizzo.