#AscoltaciOvunque con l’ applicazione SMradio

Da cantante a regista: Madonna sarà la regista del suo biopic

Da cantante a regista: Madonna sarà la regista del suo biopic

di Chiara Denti

Per celebrare i suoi quarant’anni di carriera, Madonna ha deciso di annunciare un progetto inedito per quanto concerne la sua esperienza in campo musicale: dirigere e scrivere un’autobiografia.

In un comunicato la popstar ha detto che ci sono tante storie non raccontate e lei si sente pronta di comunicarle senza nessuna esitazione.

Nel frattempo Madonna sta attirando l’attenzione dei suoi followers su Instagram, anticipando dal divano alcune clip quotidiane delle sue sessioni di sceneggiatura.

Inoltre ha annunciato che del nuovo progetto faranno anche parte la vincitrice di un Oscar per “Juno”, Diablo Cody, la produttrice Amy Pascal e la Universal.

Amy Pascal, ex presidente della Sony Pictures e produttrice di “Ragazze vincenti, il film del 1992 che vide protagonista la stessa Madonna.

Dopo questa collaborazione, la regista Pascal ha detto che è emozionata di riavere l’opportunità di lavorare insieme alla cantante e a Diablo.

Madonna vuole mettere al centro di questa incredibile avventura la musica, come lei stessa ha dichiarato, le sue doti artistiche come artista, musicista, ballerina l’hanno aiutata ad immergersi completamente nel mondo dello spettacolo. “La musica mi fa andare avanti e l’arte mi tiene viva”.

La regia affidata a Madonna rompe gli schemi finora utilizzati a Hollywood.

La popstar ha proprio sottolineato che vuole la propria visione e la propria voce perché come era già successo in passato, nel 2017, Universal Studios aveva realizzato un film sulla cantante, e questo aveva scatenato l’ira di Madonna. “Solo io posso raccontare la mia storia”.

Si trattava di “Blond Ambition”, una sceneggiatura agli inizi della carriera di Madonna a New York City, che aveva diffuso notizie false, menzogne riguardo la vita della pop-star, proprio per questo motivo ha deciso di prendere le redini della regia.

D’altronde meglio di lei non c’è nessuno che possa sapere come ha fatto a diventare una celebrità internazionale e quanta fatica e sacrifici ha dovuto affrontare.

È giusto che si racconti per farsi conoscere ancora di più: dar voce alla propria storia, non è poi così facile perché bisogna guardarsi dentro, mettersi dalla parte dei futuri spettatori, e soprattutto avere in mente il messaggio che si vuole comunicare.

La cantante non sembra avere problemi con la regia perché in passato aveva già diretto due film, “Sacro e profano” (2008) e “W.E – Edward e Wallis” (2011) e poi sembra che si sia già prefissata buoni propositi.

Il primo film era stato definito da “MyMovies” un’opera interessante, fresca e per nulla supponente; mentre il secondo film sembra per “MyMovies” un film poco riuscito con una sceneggiatura incerta, montaggio insano, fotografia forsennata.

Nella sua carriera Madonna ha lavorato anche come attrice in diversi film, tra cui “Cercasi Susan disperatamente”, “Ragazze vincenti” ed “Evita” (Golden Globe come migliore attrice).

Nel frattempo Madonna si sta impegnando per la ricerca della protagonista che dovrà interpretare la cantante nei suoi anni di successo: la prima ad essere stata nominata è la cantante statunitense Miley Cyrus.

Il film potrebbe intitolarsi “Live to tell”, come proprio una sua canzone, che è già stata utilizzata nei titoli di coda di un altro film, “A distanza ravvicinata”, diretto da James Foley nel 1986 (il brano successivamente incluso nell’album “True blue”).

 

Madonna è stata la prima star planetaria dell’era MTV, tanto da essere denominata la “queen of video”, soprattutto il rapporto con la realizzazione dei video musicali e le controversie che emersero sui primi video da “Like a Virgin” a “Papa Don’t Preach” da “Like a Prayer” a “Justify My Love” contribuirono a farle acquisire successo come personaggio unico nel panorama pop.

Il suo ultimo album “Madame” è uscito nel 2019, durante la sua carriera ha venduto 335 milioni di dischi nel mondo.

 

Ultimamente la cantante ha condiviso un post su Instagram dove condivideva una teoria cospirazionista secondo la quale il vaccino per il Covid19 è già pronto ma lo nascondo per “lasciare che i ricchi diventino sempre più ricchi”.

Appena uscito il video è stato oscurato, ma alcuni utenti sono riusciti a visionarlo e sono partite le critiche e le polemiche attorno alla questione.

Tra questi anche Annie Lennox, ex voce degli Eurythmics, ha commentato negativamente il gesto della pop-star: “Questa è una vera follia”. Non riesco a credere che tu stia sostenendo questi percorsi ciarlatani. Spero che il tuo profilo sia stato hackerato e che ti spiegherai meglio”.

Non è il primo video che Madonna lancia contro il Coronavirus perché anche durante il mese di marzo aveva manifestato forti considerazioni dicendo che sarebbe stato il grande “equalizzatore” tra classi sociali.

 

Nonostante le polemiche sorte, Madonna rimane e rimarrà l’icona definitiva della musica perché nella sua carriera è riuscita a coniugare musica, cinema e arte contribuendo a dar forma alla nostra cultura, in maniera innovativa e originale rispetto ad altri.

Utilizziamo Cookie propri e di terzi per offrirti la migliore esperienza d'uso possibile, secondo le tue preferenze. Se continui con la navigazione, consideriamo che accetti il loro utilizzo.