#AscoltaciOvunque con l’ applicazione SMradio

BTS: la boy band-fenomeno sudcoreana è pronta a lanciarsi in borsa

BTS: la boy band-fenomeno sudcoreana è pronta a lanciarsi in borsa

di Chiara Denti

BTS è il gruppo musicale sud-coreano che sta avendo sempre più successo, caratterizzando il panorama musicale non solo della Corea del Sud, ma anche dell’intero globo. Il gruppo di punta del K Pop ormai ha superato i confini della sua piccola penisola ed è diventato un fenomeno globale; un fenomeno profondamente legato alla rivoluzione digitale, che il gruppo ha deciso di cavalcare fin dal primo momento in maniera netta e decisa. L’acronimo del gruppo, Bangtan Sonyeondan, significa “boy-scout a prova di proiettile”; si tratta di una boy band sudcoreana, composta da sette ragazzi (RMJinSuga, J HopeJimin, V e Jungkook) formatasi a Seul nel 2013.

Ora la Big Hit Entertainment, la società di cui fanno parte, ha deciso di lanciarli in Borsa con un’operazione importante: un’offerta pubblica iniziale da quasi mille miliardi di won, 825 milioni di dollari, la più importante degli ultimi tre anni in Corea del Sud.

L’obiettivo del gruppo è quello di raggiungere quasi mille miliardi di won, una cifra esemplare, mettendo sul mercato circa 7 milioni di azioni. Si tratta della più importante offerta pubblica degli ultimi tre anni sui listini di Seul.

Tutti sono a caccia delle azioni: i fan più sfegati sono prontissimi a comprare le azioni, per esempio è stata intervistata Kim-Eun-Hee dalla Cnbc, proprietaria di un caffè tematico dedicato al gruppo, e ha annunciato di voler investire 120 mila dollari in azioni: “Voglio continuare a manifestare il mio sostegno ai BTS acquistando le azioni, che entreranno anch’essa a far parte della mia collezione”.

I testi delle loro canzoni affrontano problemi soprattutto adolescenziali: dalle paure scolastiche, alle situazioni personali, amorose, facendo anche riferimento alla letteratura e alla psicologia.

I BTS hanno debuttato nel mondo della musica il 13 giugno 2013 con il singolo “2 Cool 4 Skool” e con i successivi singoli e dischi si sono imposti come idoli del pop coreano.

Si sono classificati al numero 1 anche con tutti e tre i dischi successivi, unico gruppo dopo i Beatles ad ottenere quattro prime posizioni in meno di due anni.

I BTS sono inoltre gli artisti più venduti in Corea del Sud e “Map of the Soul: 7” (2020) è il disco più venduto nella storia della musica sudcoreana.

I giovani membri del gruppo hanno ottenuto tantissime visualizzazioni da parte del pubblico giovanile, soprattutto da quando sono stati trasmessi alla tv americana. in occasione dei Billboard Music Awards nel 2017.

Per il Guinness World Record hanno ottenuto il più alto engagement di sempre sui sociali, con una media di 252,200 retweet per post.

 

L’album Love Yourself: Answer ha debuttato al primo posto della Billboard 200 album charts e con la seconda parte, Love Yourself: Love, sono stati il primo gruppo pop a piazzare due album nella top ten nello stesso anno. Gli ultimi a raggiungere questi traguardi era stata la band britannica degli One Direction.

 

La settimana scorsa il gruppo k-coreano ha tenuto un concerto chiamato “Fornite X BTS”.

È stato un evento che ha coinvolto centinaia di migliaia di giocatori sui server del battle royale di Epic Games.

I BTS hanno fatto il loro debutto nel gioco presentando un video musicale del brano Dynamite in una versione originale, si tratta di un singolo in lingua inglese che per due settimane si è classificato in cima alla Billboard Hot 100 all’inizio di quest’estate. Nella prima settimana, soltanto negli Stati Uniti d’America, ha ottenuto 33,9 milioni di stream e 300.000 vendite.

 

I BTS hanno mandato un messaggio di pace e speranza per sostenere il mondo in questo periodo caratterizzato da molte difficoltà, durante la 75esima assemblea generale ONU, ognuno ha voluto riportare le sensazioni che hanno vissuto nei mesi precedenti. “Il nostro tour mondiale era stato completamente cancellato, così come tutti i piani”.

 

Jimin ha sentito che non c’era più speranza: “Tutto è caduto a pezzi. Ieri cantavo e ballavo con i fan in tutto il mondo e ora il mio mondo si è ristretto a una stanza”.

Suga ha spiegato che hanno deciso di coinvolgere e sostenere i fan nella loro piccola stanza, in modo da annullare tutte le distanze, attraverso l’utilizzo dei mezzi tecnologici.

V ha continuato a scrivere canzoni, senza smettere al fine di alleviare la depressione che incombeva giorno dopo giorno su di lui.

J-Hope ha ricordato l’emozione che si prova di fare musica assieme: il gruppo è sempre stato  in contatto aiutandosi nella realizzazione di pezzi nuovi.

Jin ha sottolineato che spesso in queste situazioni si cerca una via di uscita, guardando al futuro, al fine di trovare certezze che ti aiutino a proseguire, ma lui ha ricordato l’importanza di vivere il momento anche se si presenta incerto, poco speranzoso, dubbioso …

 

Infine RM ha concluso con queste parole che sono vera e propria poesia: “Le stelle brillano più forte quando la notte è più scura. Se le stelle sono nascoste, lasceremo che la luce della Luna ci guidi. Se la Luna non si vede, i nostri visi saranno la luce che ci aiuterà a trovare la nostra strada”.

 

I BTS hanno già collaborato con Halsey e Nicki Minaj ma sperano di poter continuare ad intensificare le loro collaborazioni, per esempio, quando furono ospiti ai MTV Video Music Awards, hanno dichiarato che vorrebbero lavorare con Lady Gaga e Doja Cat.

Chissà se in futuro riusciranno a realizzare i loro buoni propositi?

Utilizziamo Cookie propri e di terzi per offrirti la migliore esperienza d'uso possibile, secondo le tue preferenze. Se continui con la navigazione, consideriamo che accetti il loro utilizzo.