#AscoltaciOvunque con l’ applicazione SMradio

Paul McCartney: in arrivo il nuovo album “McCartney III”?

Paul McCartney: in arrivo il nuovo album “McCartney III”?

Di Chiara Denti

Paul McCartney ama lasciare degli indizi ogni volta che sta per fare un annuncio.

Prima dell’uscita del suo ultimo album solista, “Egypt Station”, eliminò tutte le foto dal suo profilo Instagram, lasciando solo un’immagine apparentemente senza significato, che in realtà rivelava un dettaglio della copertina del nuovo disco.

Sono diverse settimane che stanno aumentando i rumors sull’uscita di un nuovo album, probabilmente attorno all’11 dicembre 2020.

Il primo risale al 28 agosto quando la società che gestisce i siti web di McCartney comprò il dominio mccartneyiii.com.

Successivamente Rusty Anderson, il chitarrista che lo accompagna sul palco da 19 anni, ha parlato apertamente, su un podcast su YouTube, di un nuovo album dicendo che: “In realtà, data la sospensione a causa del Coronavirus, ha praticamente finito un disco, perché non aveva niente da fare se non andare in studio e registrare. Quindi ha fatto tutto da solo. Penso che ci sia una canzone su cui abbiamo lavorato, che abbiamo inciso prima”.

L’ultimo indizio avviene da parte dello Staff di Paul McCartney. Ascoltando su Spotify le canzoni degli album “McCartney” e “McCartney II” compare un dado, con il numero 3, che cade proprio sulla copertina del disco.

Inoltre due tweet del musicista fanno pensare che effettivamente il Beatle sia in procinto di chiudere la trilogia di dischi inaugurata con McCartney nel 1970 e proseguita con McCartney II del 1980.

 EDIT: Si intitola McCartney III il terzo album della trilogia di classici di Paul McCartney e sarà disponibile dall’11 dicembre su etichetta Capitol Records. Il primo, McCartney, è stato pubblicato nel 1970; il secondo, McCartney II, nel 1980.
A 50 anni dal primo lavoro solista, McCartney non aveva pianificato di pubblicare un album nel 2020, ma nell’isolamento si è ritrovato a dare corpo ad alcuni schizzi musicali già esistenti e a crearne di nuovi. In breve tempo un’eclettica raccolta di canzoni spontanee ha dato vita a “McCartney III”: un’opera autoprodotta e, letteralmente, solista che segna l’inizio di un nuovo decennio, nella tradizione di “McCartney” degli anni Settanta e di “McCartney II” degli anni Ottanta.
Registrato all’inizio di quest’anno nel Sussex, “McCartney III” è per lo più costruito da riprese dal vivo di Paul con la voce e la chitarra o al piano, sovraincidendo il suo basso, la batteria… Il processo ha avuto inizio quando Paul è tornato su un brano inedito dei primi anni ’90, “When Winter Comes” (coprodotto da George Martin).
Parlando dell’album, Paul ha detto: “Vivevo in isolamento nella mia fattoria con la mia famiglia e andavo ogni giorno nel mio studio. Dovevo fare un po’ di lavoro su un po’ di musica da film e questo si è trasformato nel brano d’apertura e poi, quando è stato fatto, ho pensato: cosa farò dopo? Avevo delle cose su cui avevo lavorato nel corso degli anni, ma a volte il tempo si esauriva e rimanevano a metà, così ho iniziato a pensare a quello che avevo. Ogni giorno iniziavo a registrare con lo strumento su cui avevo scritto la canzone e poi, gradualmente, stratificavo il tutto. Ho fatto musica per me stesso, cose che mi piaceva fare. Non avevo idea che il lavoro sarebbe diventato come un album”.
In linea con le fotografia di “McCartney” & “McCartney II” di Linda McCartney, le foto principali del nuovo album sono state scattate dalla figlia di Paul, Mary McCartney, con fotografie aggiuntive del nipote di Paul, Sonny McCartney, nonché foto scattate da Paul con il suo telefono (è un affare di famiglia).
La copertina è del celebre artista americano Ed Ruscha.

“McCarteny” è il primo album che viene pubblicato dopo lo scioglimento dei Beatles, si tratta di un disco che venne definito discreto e semplice, accompagnato da una copertina anonima che forse indicava involontariamente la direzione musicale dello stesso.

L’esordio da solista è una sorta di LP “fatto in casa”, che offre diversi brani scritti all’epoca dei Beatles, ma mai inseriti sugli album del gruppo, tra i quali spiccano Maybe I’m Amazed e Junk.

Mentre “McCartney II” è più eccentrico e sarebbe dovuto essere ancora più eccentrico.

È caratterizzato da sonorità elettroniche, lunghi brani strumentali, ritmi ripetitivi, ossessivi, voce “filtrata” e quasi irriconoscibile per un disco doppio con 18 canzoni incredibili, folli. Tra le hit in Gran Bretagna e Stati Uniti, si ricordano i singoli “Coming up” e “Waterfalls”.

Questi due album, insieme a “Ram” e “Band on the Run” rappresentano dei picchi creativi della carriera post Beatles sia da solista che con i Wings.

 

Gli album del 1970 e il 1980 condividevano due caratteristiche: essere usciti all’inizio di un decennio ed erano registrati e prodotti solo dal musicista, a parte i cori dell’allora moglie Linda Eastman in alcuni brani. Quindi anche il nuovo album dovrebbe essere realizzato e prodotto solo da Paul McCartney, senza l’aiuto di altri musicisti.

 

Una settimana fa, Paul ha ricordato il suo amico e collega John Lennon, che avrebbe compiuto 80 anni, il 09 ottobre.

Il cantautore britannico ha condiviso una vecchia foto che lo ritrae insieme a John Lennon all’epoca dei Beatles, pochi mesi prima dello scioglimento della leggendaria band, in seguito al quale le loro strade si separarono.

 

L’ex membro dei Beatles e dei Wings, ha avuto una brillante carriera sia come solista sia partecipando a collaborazioni artistiche (ad esempio con Stevie WonderMichael JacksonElvis Costello e Youth per il duo The Fireman) e viene considerato uno dei compositori di maggior successo nella storia della musica pop e rock.

 

McCartney compare nel Guinness dei primati come uno tra i musicisti e compositori di maggior successo nella storia della musica pop, con 60 dischi d’oro e 100 milioni di singoli venduti.

Con questa carriera alle spalle, il musicista avrà sicuramente creato un album, che lascerà senza parole i suoi fan, anche a distanza di anni.

Utilizziamo Cookie propri e di terzi per offrirti la migliore esperienza d'uso possibile, secondo le tue preferenze. Se continui con la navigazione, consideriamo che accetti il loro utilizzo.