#AscoltaciOvunque con l’ applicazione SMradio

Tornano gli Oasis, ma dimezzati! Nel 2021 Noel Gallagher incide dei brani inediti senza Liam

Tornano gli Oasis, ma dimezzati! Nel 2021 Noel Gallagher incide dei brani inediti

senza Liam

di Chiara Denti

La reunion che mezzo mondo aspettava, invocata più volte anche dallo stesso Liam, (forse) non ci sarà.

Ma gli Oasis tornano lo stesso! A 12 anni dalla loro separazione, gli OASIS sono pronti a ritornare con un nuovo album senza il frontman Liam Gallagher, che non sarà coinvolto.

I fan della band britannica hanno sperato per lungo tempo in una reunion, dopo che il decennale scontro tra Liam e Noel sembrava essersi superato. Quest’ultimo però avrebbe rivelato a “The Sun” di essere al lavoro per registrare le 14 tracce che non erano state inserite negli album precedenti del gruppo, escludendo la partecipazione del fratello minore.

Inoltre Noel ha spiegato il legame che ha con questi nuovi brani: “Ho intenzione di riprendere alcune canzoni del passato che definirei a dir poco ‘old school’. Ho fatto una lista contenente ben 14 brani, tracce che sono state accantonate nel tempo per dar spazio ad altre canzoni. Ero lì a guardare la tracklist e pensavo: No, cavolo, questa canzone la devo interpretare in modo diverso, è stato un processo molto creativo ed interessante.”

Il 1° gennaio Liam ha mandato un messaggio di auguri e di “riconciliazione” su Twitter rivolto al fratello, cosa che aveva fatto sperare i fan in un ritorno immediato, scrivendo: “Buon anno nuovo Noel, ti voglio bene da molto tempo. Il 2021 è il nostro anno, dai, lo sai”.

Dunque Liam non si dà per vinto, continua a lanciare messaggi, tramite i social, per ritornare a suonare assieme come negli anni Novanta, lasciando alle spalle i problemi del passato.

La proposta di riunirsi per un concerto di beneficienza era già stata annunciata a marzo ma non era stata accettata dal fratello maggiore.

Come in passato, il nuovo anno non ha portato Noel a cambiare decisione, poiché anche per questa volta ha infranto tutte le speranze: un nuovo anno arriverà ma con gli OASIS ancora dimezzati.

Mentre Liam ha concluso l’anno in grande stile con il live in streaming sulle acque del Tamigi, intitolato “Down by the river Thames” e la pubblicazione del suo singolo natalizio “All You’re Dreaming Of”, Noel è rimasto assente, per molte tempo, sul fronte discografico.

Però prima del nuovo anno, il maggiore dei Gallagher ha pubblicato una nuova demo per il progetto Noel Gallagher’s High Flying Birds, un modo per dire addio al difficile anno 2020 con una nuova musica.

Il brano, intitolato “We’re Gonna Get There in The End”, è il frutto di lunghe settimane di stesura e scrittura. Lui ha sottolineato che si tratta solo di una piccola demo di un brano che ha scritto alla fine di dicembre, e ha poi specificato che il testo è adatto a questi tempi e vorrebbe condividerlo con tutti.

Gli Oasis hanno venduto 75 milioni di album in tutto il mondo, da “Definitely Maybe” a “What’s The Story Morning Glory?”.

Il loro ultimo disco in studio, “Dig Out Your Soul”, è stato pubblicato nel 2008. L’anno dopo la band si è separata, a causa dello scontro pubblico tra Liam e Noel Gallagher che si è acceso nel backstage del loro ultimo concerto a Parigi nel 2009. Da allora i due fratelli hanno chiuso i rapporti e non si sono più esibiti sul palco assieme.

Quando vi parlavamo di una probabile reunion nel decennale dello scioglimento.

Anche l’anno scorso, non c’è stata nessuna intenzione di festeggiare insieme il 25esimo anniversario del capolavoro “What’s the story morning glory” e dopo anche il successo di “Wonderwall”, che ha superato un miliardo di ascolti su Spotify.

Inoltre Noel annunciò, in piena pandemia, la pubblicazione di un inedito degli Oasis, “Don’t Stop”. Il brano era presente in rete in una versione registrata durante il soundcheck di uno show ad Hong Kong dei primi anni 2000.

Chissà se in futuro vedremo i due fratelli condividere il palco assieme, non ci deve essere per forza la pubblicazione di un album, magari solo un concerto per ricordare le loro canzoni che sono entrate nella storia, una sorta di “Best Of”. Sicuramente la notizia provocherebbe molta eccitazione da parte dei fan. Come si dice, la speranza è l’ultima a morire.

Utilizziamo Cookie propri e di terzi per offrirti la migliore esperienza d'uso possibile, secondo le tue preferenze. Se continui con la navigazione, consideriamo che accetti il loro utilizzo.