#AscoltaciOvunque con l’ applicazione SMradio

Voi avete mai rifiutato una statua in vostro onore? Perchè Dolly Parton sì!

Voi avete mai rifiutato una statua in vostro onore? Perchè Dolly Parton sì!

di Chiara Denti

Tutti gli abitanti del Tennessee sostengono la proposta di erigere la statua per celebrare il successo di Dolly Parton, l’unica contraria a quest’idea è proprio l’artista!

Nell’ultimo periodo Parton sta chiedendo ai legislatori del Tennessee di ritirare il disegno legge che avrebbe intenzione di edificare una sua statua nel Campidoglio di Nashville. L’unica delle poche leggi che vede l’approvazione dei democratici e dei repubblicani.

 

In una dichiarazione la cantante ha rilasciato che non è il periodo più adatto per pensare a metterla su un piedistallo. Ci sono problemi più importanti che dovrebbero essere affrontati in questo momento.

 

Un monumento a Parton ha ottenuto sostegno durante un dibattito sull’opportunità di rimuovere il busto di Nathan Bedford Forrest, un ex generale confederato, commerciante di schiavi e leader del Ku Klux Klan, dal Tennessee State Capitol.

Nel 2019, un leader della Camera repubblicana, il rappresentante Jeremy Faison, ha suggerito Parton come potenziale sostituto del bronzo Forrest; a gennaio, un legislatore democratico, il rappresentante John Mark Windle, ha presentato un disegno di legge per avviare i piani per la statua sul terreno del Campidoglio. Secondo il disegno di legge, la statua sarebbe posizionata di fronte al Ryman Auditorium, un famoso luogo di musica country.

 

Però Parton ha lasciato aperta la possibilità di erigere una statua in futuro, scrivendo: “Tra diversi anni sarei orgogliosa di essere ricordata nella mia Tennessee attraverso una statua. Me lo merito”.

 

Sui social media, i fan non hanno approvato la sua richiesta perché la considerano un vero e proprio “tesoro nazionale”.

 

Oltre ad essere l’artista country più famosa al mondo, è conosciuta anche per le sue azioni filantropiche. Ha fondato la “Imagination Library” con l’obiettivo di spedire libri ai bambini di età inferiore ai cinque anni in tutto il mondo.

La sua donazione di un milione di dollari alla “Vanderbilt University” ha contribuito a sviluppare il vaccino contro il coronavirus Moderna.

Infine la sua difesa della giustizia razziale è stata recentemente celebrata in un murale a Nashville.

 

All’inizio di questo mese, Parton ha dichiarato a NBC’s Today di aver rifiutato due volte la Medal of Fredoom, quando le è stata offerta dall’ex presidente Donald Trump.

“Non potevo accettarlo perché mio marito era malato, e poi me l’hanno chiesto di nuovo, e non avrei viaggiato a causa del Covid”.

Utilizziamo Cookie propri e di terzi per offrirti la migliore esperienza d'uso possibile, secondo le tue preferenze. Se continui con la navigazione, consideriamo che accetti il loro utilizzo.