#AscoltaciOvunque con l’ applicazione SMradio

Eicma, ci siamo stati e abbiamo visto…Guida definitiva e photogallery

Eicma, ci siamo stati e abbiamo visto...Guida definitiva e photogallery Eicma Eicma Eicma Eicma Eicma Eicma Eicma Eicma Eicma Eicma Eicma Eicma Eicma Eicma Eicma Eicma Eicma Eicma Eicma EicmaEicma, ci siamo stati e abbiamo visto…Guida definitiva e photogallery

Centauri, motociclisti accaniti, appassionati o semplicemente amanti delle due ruote, Eicma è il VOSTRO week end (lungo). Parte infatti domani la 73a esposizione mondiale del Motociclo, la più importante del mondo, in FieraMilano a Rho. Per evitare di sovrapporsi a Expo, le date del salone  sono cambiate rispetto a quelle degli scorsi anni e abbiamo dovuto aspettare un po’ di più. Un’altra novità riguarda i padiglioni: non più gli storici 2-4, 10, 14 e 18 ma i dirimpettai “dispari” ossia 9 – 11 – 13 – 15, con l’aggiunta del 22 e del 24.  Anche quest’anno EICMA si annuncia come un evento da non perdere assolutamente, con tantissime iniziative. Da quest’anno al Temporary Shop (padiglione 9) è possibile anche comprarsi accessori, capi d’abbigliamento, caschi e ricambi: valentino rossi Eicma, ci siamo stati e abbiamo visto...Guida definitiva e photogalleryuna sorta di outlet del motociclismo. Il salone è inoltre un’occasione di divertimento, con le sue aree esterne dedicate alle manifestazioni dal vivo, il Motolive che dal 19 al 22 novembre propone a ritmo continuo gare ed esibizioni acrobatiche, quali le finali degli Internazionali d’Italia di Supercross, che si alterneranno con gare di ampio respiro. Ancora una volta EICMA viene scelta come location per l’assegnazione del prestigioso titolo europeo di Supercross, SX European Championship. Le aree tematiche offrono possibilità di approfondimento sulla sicurezza (padiglione 11) o sui preparatori, piccoli e grandi artigiani delle personalizzazioni, una nicchia sempre più interessante (padiglione 24). EICMA Custom: Vere e proprie opere d’arte, gioielli di altissimo artigianato, pezzi unici, aziende leader del settore, personaggi di calibro internazionale e atmosfera di ispirazione Rock’nRoll per quella che ormai è una tendenza di lifestyle: questi sono, in sintesi, gli elementi che siglano il successo dell’area dedicata alla personalizzazione, che continua ad affermarsi nel panorama della Kustom Kulture.

Pubblicità sponsor Compleanno, come si festeggiava negli anni 90'?

 

Da non perdere assolutamente.

vintage yamaha Eicma, ci siamo stati e abbiamo visto...Guida definitiva e photogalleryIl Vintage: Da semplice nicchia questo settore sta diventando un comparto sempre più strutturato. Si guarda al passato con proposte tecnicamente moderne. Motori a vista e design vintage, ecco la formula apparentemente nuova dopo l’indigestione di potenze degli anni passati. La personalità e lo stile battono la sofisticazione tecnologica fine a se stessa. Il mercato premia questa scelta e attira da un lato i motociclisti meno specializzati e dall’altro quelli stanchi delle “solite” proposte. Da non perdere la BMW NineT Scrambler, le iconiche Triumph Bonneville e Truxton nuova edizione, la Moto Guzzi Stornello e le nuove versioni della V7II, le affascinanti Yamaha XSR 700 e 900, la Ducati Sixty2 per i neofiti che si aggiunge alla famiglia Scrambler ampliata con la versione sportiva Flat Track Pro.

custom naked harley davidson Eicma, ci siamo stati e abbiamo visto...Guida definitiva e photogalleryCustom e naked: Pochi fronzoli e pesi contenuti, in una parola razionalità. Le proposte in questo campo rappresentano l’essenza stessa della moto e ne incarnano il fascino primordiale. Una nuova moda trasversale che attira giovani e non, uomini e donne, esperti e neo patentati. Le case investono e il mercato risponde. Da segnalare la Moto Guzzi V9 declinata in due versioni (Roamer e Bobber), l’affascinante Ducati XDiavel che guarda al mondo cruiser in stile America (sogni di libertà e grandi spazi), la MV Brutale 800 tutta nuova nella sua aggressiva bellezza, l’indimenticata Suzuki SV 650 ringiovanita ma sempre accessibile.

Le maxi enduro che tornano: un po’ in ombra rispetto al passato ma capaci di sorprendere con alcune novità importanti, che guardano al mondo dell’avventura e rinnovano il mito dei grandi rally. Un ritorno alle origini per certi versi, dopo l’inevitabile deriva stradale che aveva lanciato sul mercato una moltitudine di modelli pensati per i viaggi su strada. Adesso recuperano la scena grazie a un marchio che ritorna col suo carico di emozioni: L’Honda Africa Twin 1000. 2015-11-18 14.29.52 (800x600)Le piccole (cilindrate): un settore dimenticato a lungo, soverchiato dalla crescita apparentemente senza fine delle cilindrate. Ma i produttori scommettono anche su un pubblico di neofiti, per lo più giovani, che chiedono moto semplici, alternative ai soliti scooter, facili da guidare e accessibili (anche nei prezzi). Semplicità che non significa necessariamente povertà d’idee e di realizzazione. Da noi siamo agli inizi ma nel resto del mondo, paesi emergenti soprattutto, questo settore è in fortissima espansione. La KTM aveva mostrato la strada con la Duke 300, Yamaha si infila nella sua scia con la MT-03 un modello che ritorna dotato di un inedito motore da 321 cc e 42 cv di potenza, ma sviluppato sulla base tecnica della sportiva YZF-R3. Dall’Europa risponde la BMW con la G310R, una monocilindrica sportiva in stile naked, da 34 cv, costruita in India ma con tutti i crismi della progettazione tedesca. Andranno a sfidarsi con altre proposte già in commercio firmate Kawasaki e Honda.

MV Agusta hamilton mercedes AMG Eicma, ci siamo stati e abbiamo visto...Guida definitiva e photogallery

Le due MV dedicate una ad Hamilton e l’altra all’AMG: la Dragster RR LH44 è una moto esclusiva che nasce dalla passione del campione di F1 Lewis Hamilton per la MV Agusta. Il pilota della Mercedes AMG Petronas ha collaborato con i progettisti della MV Agusta intervenendo nella definizione degli oltre cinquanta dettagli che differenziano la LH44 dalla Dragster RR di serie, in buona parte realizzati in ergal e in carbonio con finitura 3K opaca. Graficamente la LH44 s’ispira alla grafica del casco del tre volte campione britannico, replicando il colore bianco, il logo della pantera, ricamato anche sulla sella trapuntata in alcantara e il 44, il suo numero di gara che compare sugli estrattori e sul cupolino autografato. Sarà prodotta in edizione limitata e numerata di 244 esemplari.

ducati Eicma, ci siamo stati e abbiamo visto...Guida definitiva e photogalleryXDiavel, la cruiser Ducati che ragiona da moto: Ducati entra nel mondo Cruiser e lo fa a modo proprio, presentando una vera Cruiser ma con design, contenuti tecnologici e performance tipici delle moto di Borgo Panigale. Si chiama XDiavel e rappresenta l’unione dei due mondi: quello Cruiser, fatto di basse velocità, guida in pieno relax e lunghi viaggi, e quello Ducati, caratterizzato da stile italiano, raffinatezza tecnica e prestazioni di altissimo livello. L’XDiavel è “low speed excitement”, dove l’andatura rilassata a bassa velocità con pedane in posizione avanzata è tipica del mondo Cruiser, mentre l’eccitazione e l’adrenalina della guida sportiva sono propri di Ducati. La X di XDiavel rappresenta proprio questo: l’incrocio tra mondi apparentemente diversi e distanti, uniti in una sola moto, una sintesi dove entrambi si trovano in maniera compiuta, senza compromessi.

honda kavasaki suzuki ktm husqvarna Eicma, ci siamo stati e abbiamo visto...Guida definitiva e photogalleryYamaha, ecco la prima moto a 3 ruote: il Concept model Leaning Multi-Wheel (LMW) propone una nuova categoria all’interno del panorama della guida sportiva. In linea con il concetto “Cornering Master”, MWT-9 adotta un motore tricilindrico da 850 cm3 che ben si sposa con il design accattivante e dinamico. Le straordinarie prestazioni in curva sono rese possibili grazie alle due ruote anteriori, il cui angolo di piega è al massimo grazie alle due forcelle posizionate all’esterno. Il risultato è un tre ruote che può essere guidato con disinvoltura su superfici diverse, nei percorsi misti più impegnativi e ritmati da una serie di curve in successione.

eicmaApertura al pubblico

Il salone sarà aperto al pubblico da giovedì 19 novembre fino a domenica 22 novembre. Ecco gli orari di apertura giorno per giorno:

– giovedì 19 novembre dalle 10 alle 18.30
– venerdì 20 novembre dalle 10 alle 22
– sabato 21 novembre dalle 10 alle 18.30
– domenica 22 novembre dalle 10 alle 18.30

Prezzo dei biglietti

Intero: 21 euro
Bambini fino a 8 anni: gratis
Ragazzi da 9 a 13 anni e “over” 65: 12 euro
Ragazzi da 14 a 17 anni: 15 euro
Gruppi di almeno 20 persone: 14 euro
Anche quest’anno, come da consuetudine, sono proposte al pubblico tre iniziative interessanti.
Le donne venerdì 20 novembre entrano gratis.
Venerdì dopo le 18, il biglietto costa 12 euro.

Come arrivare

In auto\moto: – Dalle autostrade A7-Genova e A1- Bologna e A4-Torino: percorrere la Tangenziale Ovest in direzione Nord e uscita Fiera Milano;
– Da Milano autostrada A4 Venezia: uscita Pero-Fiera Milano;
– Dalle autostrade A8-Varese e A9-Como, dalla barriera di Milano Nord, direzione A4-Venezia e uscita Fiera Milano;
– Da Milano: Autostrada A8 direzione Varese-Como ed uscita Fiera Milano oppure Autostrada A4 direzione Torino ed uscita Pero-Fiera Milano

Parcheggio: Parcheggi di pertinenza Fiera Milano (P1, PM1, PM2, P2, P3, P4, P5) – gratuito per le moto.

Metropolitana: ricordatevi la tariffa interurbana.

 

Utilizziamo Cookie propri e di terzi per offrirti la migliore esperienza d'uso possibile, secondo le tue preferenze. Se continui con la navigazione, consideriamo che accetti il loro utilizzo.