#AscoltaciOvunque con l’ applicazione SMradio

Bergamo si riaccende con la musica: Elio e le Storie Tese ritornano in un concerto solidale per sostenere il settore musicale

Bergamo si riaccende con la musica: Elio e le Storie Tese ritornano in un concerto solidale per sostenere il settore musicale

Elio e le Storie Tese hanno annunciato che l’anno prossimo si esibiranno in un concerto di “fine-sfiga” che si terrà a Bergamo, la città simbolo dell’emergenza coronavirus.

Elio insieme al Trio Medusa, al Cesvi, con la partecipazione del sindaco Giorgio Gori, si sono riuniti presso il comune di Bergamo per una conferenza stampa, al fine di analizzare i risultati dell’evento chiamato #insiemeperlamusica, durante il quale sono stati consegnati i primi contributi per sostenere le band meno popolari, in difficoltà economiche, che hanno partecipato all’iniziativa.

Lo scopo del progetto, lanciato a giugno, consiste nella raccolta fondi per aiutare le attività musicali fortemente colpite dalla pandemia.

La musica ha sofferto parecchio in questo lungo periodo a causa dell’impossibilità di intrattenere i propri fan con i concerti dal vivo. Al momento sono tredici le band che hanno partecipato e ottenuto il finanziamento: Canarie, Cut, Dadi Etro, Fuzz Orchestra, Il Folle e la Band, Karamu Afro Collective, Letizia Fuochi e Frank Cusumano, Percorsi Di-Versi, Paladino Philine, Raggae Ragga Roots Band, The Modern Flower, Violet Blend e Zi Rock and his little toys.

Ma è solo l’inizio, perché la raccolta fondi proseguirà, anche tramite delle aste realizzate con il contributo di altri artisti e aziende che hanno approvato con grande piacere il progetto.

 

L’obiettivo sembra essere stato raggiunto perché sono state raccolti in poco tempo oltre 124.000 euro e per celebrare questo incredibile risultato, Elio e le Storie Tese hanno aderito ad esibirsi con un concerto solidale a Bergamo soprattutto per sostenere il settore musicale.

L’evento si terrà tra la primavera e l’estate del 2021, probabilmente al Gewiss Stadium dell’Atalanta.

Come ha affermato il sindaco Gori “Con l’Atalanta ci sono già stati contatti e c’è già un primo consenso di massima – Il concerto potrebbe tenersi sotto la Curva Nord, quando tutti gli impegni sportivi dei nerazzurri saranno terminati”.

L’intento è quello di realizzare una sorta di Woodstock bergamasca che duri tre giorni e che coinvolga le band vincitrici dell’evento in modo che possono suonare in ogni angolo della città.

 

All’inizio quando venne proposto ad Elio di riunire la band era un po’ incerto in quanto è da tanto tempo che il gruppo musicale non si esibisce assieme, ma poi successivamente il cantante ha cambiato idea, vista anche l’insistenza degli organizzatori che lo hanno spronato ad aderire all’evento.

 

Fare musica è importante soprattutto quando rendi possibile un evento musicale, dopo tanto tempo di blocco totale ,al fine di poter far rivivere alle persone un momento “live”, ritornando alla normalità, senza dover continuamente ricorrere a condivisioni online, in streaming …

Elio è contento di farne parte perché si è reso conto che la musica in Italia non viene considerata molto, anzi l’ha proprio definita come “l’ammazzacaffè alla fine del pranzo”. E poi ha ribadito che c’è la gioia di ritornare a suonare insieme alla band e in modo particolare di condividere il momento con il Trio Medusa, con i quali non ha mai avuto modo di collaborare.

 

Il sindaco Giorgio Gori è entusiasta di poter rialzare Bergamo con la musica al fine di conferire alla città un nuovo volto lasciando alle spalle quei momenti difficili, di sofferenza e di dolore. D’altronde solo la musica ha la capacità di creare quella sensazione di unione, di condivisione e di trasmettere intense emozioni che le persone, in questo momento, hanno bisogno più che mai.

Utilizziamo Cookie propri e di terzi per offrirti la migliore esperienza d'uso possibile, secondo le tue preferenze. Se continui con la navigazione, consideriamo che accetti il loro utilizzo.